Grottese-Porto d’Ascoli 0-0

GROTTESE (3-4-3): Quesada, Moretti, Tassotti, Foresi, Ciccola, Del Dotto, Centanni, Trobbiani, Tnaja, Catini, Zucconi (59’ Del Papa).

A disposizione: Bruni, Vitali, De Carolis, Baldassarri, Gentili, Salvatori. Allenatore: Brancozzi

PORTO D’ASCOLI (4-1-3-2): Santarelli, Alessandrini, Sansoni, Cipolloni, Tedeschi, Virgili, Leopardi, Semini (77’ Di Girolamo), Pica, Troiani, Belardinelli (59’ Malizia).

A disposizione: Piunti, Grossetti, Mercatili, Fabiani, Roma. Allenatore: Sirocchi

ARBITRO: Cesaroni di Pesaro

NOTE: espulso al 92’ Catini (G) per doppia ammonizione.

GROTTAZZOLINA – Opaca la prestazione del Porto d’Ascoli in casa Grottese specie nel corso della prima frazione di gioco. Alla fine un punto guadagnato per i biancocelesti che mantengono il podio in graduatoria a soli due lunghezze dalla capolista Petritoli.

Un primo tempo in cui le due formazioni si sono battagliate specie nella zona nevralgica del campo dove a spuntarla è la formazione di casa. I giallorossi al 3’ tentano a sorprendere Santarelli con un destro di Trobbiani, la palla esce di poco a lato. Al quarto d’ora ci prova Tassotti con una conclusione dal limite finita sul fondo. Poco dopo è una zuccata dello stesso Trobbiani, il quale non centra la porta.

Nella ripresa i biancocelesti prendono coraggio. Al 58’ dalla bandierina Semini fa partire un traversone, imperioso stacco di Pica, testata che colpisce prima la traversa interna poi la palla ricadendo dà l’opportunità a Quesada di smanacciare lontano.

E’ il 72’ quando Tnaja dalla sinistra costringe Santarelli ad uscire e respingere in scivolata la sfera che successivamente finisce sui piedi di Catini il quale a porta vuota colpisce il palo. All’81’ cross di Tassotti. In corsa Trobbiani di testa manda a lato. Trascorrono 4 minuti e Di Girolamo su punizione fa volare Quesada.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 189 volte, 1 oggi)