SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Ormai è confermato, dopo l’irremovibile decisione della Corte di Giustizia Federale, la prossima partita, che vedrà impegnata la squadra rossoblu contro la Civitanovese, verrà disputata a Monte Urano, a porte chiuse, e con il classico fischio d’inizio alle ore 15.

Quello che non è certo però è lo schieramento che Palladini farà scendere in campo. “Sto valutando – dice  il mister – Domani mattina la squadra si allenerà al Campo Europa. Deciderò in seguito”. Preferisce non esporsi, dunque, Palladini considerando la difficoltà della prossima sfida data dal secondo posto ricoperto dalla sfidante.

Carteri, il nuovo arrivato, non è ancora pronto a scendere in campo. Mentre la situazione di Rulli sembra ancora poco definibile, Pazzi è pronto a fare il suo ingresso. Sarà rischiato nuovamente? L’avversario, la Civitanovese, è imbattuta e seconda in classifica: un osso duro come da sempre tutte le squadre di Cornacchini. La Samb però è chiamata ad una prova d’orgoglio e di riscatto dopo aver conquistato un solo punto nelle ultime tre gare. Nella situazione dei rossoblu, a 8 punti dal Teramo primo in classifica, è fondamentale non perdere altro terreno, anche perché l’arrivo di un giocatore come Carteri potrebbe dare una svolta al rendimento del centrocampo e quindi dell’intera squadra.

Probabilmente Palladini continuerà con il 4-4-2 già schierato a Città Sant’Angelo. Al centro della difesa dovrebbe tornare Mengo al posto, probabilmente, di Ianni; conferma probabile per il duo Biondi e Biancucci a centrocampo, così come per Bordi e probabilmente Puglia. In attacco, c’è da valutare la condizione di Pazzi e, come sempre, il dualismo tra Napolano e Di Vicino, molto nervoso domenica scorsa.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 792 volte, 1 oggi)