SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Abbastanza difficile da capire come una partita come Samb-Civitanovese possa giocarsi a porte chiuse, e addirittura a Monte Urano. Però la Corte di Giustizia Federale non ha fatto sconti alla società rossoblu, nonostante il ricorso e nonostante che oggi si siano ascoltati i dirigenti e l’allenatore Palladini, al quale la pesantissima squalifica per sei giornate non è stata alleviata.

La Corte ha disposto la trasmissione degli atti alla Procura Federale per il comportamento del Presidente Roberto Pignotti.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 867 volte, 1 oggi)