TERAMO – Si è conclusa nel pomeriggio l’autopsia sul corpo di Maria Rosa Perrone, la commerciante 51enne di Alba Adriatica assassinata domenica pomeriggio dall’ex marito a coltellate. La donna è stata trafitta 20 volte. Le coltellate più profonde, stando all’esame effettuato dall’anatomopatologa Gina Quaglione, sono state inferte al collo. Una di queste potrebbe aver provocato l’emorragia letale. Il sostituto procuratore Bruno Auriemma si è riservato di approfondire l’esito dell’esame alla luce delle possibili responsabilità dei sanitari dell’ospedale di Sant’Omero che hanno prestato il primo soccorso alla donna. L’ex marito, William Adamo, 59 anni, pensionato, è in carcere a Teramo con l’accusa di omicidio volontario premeditato pluriaggravato. Il fatto di sangue si era svolto in via Gorizia, ad Alba Adriatica, domenica pomeriggio, all’interno dell’auto della donna, al termine di una lite scoppiata tra i due ex coniugi.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 903 volte, 1 oggi)