PER VEDERE LE IMMAGINI CLICCA SULL’ICONA SULLA DESTRA E ATTENDI 10 SECONDI PER IL CARICAMENTO DELLO SPOT. MONTAGGIO MARIA JOSE’ FERNANDEZ MORENO

SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Le immagini sono state girate in Piazza San Giovanni, punto finale della manifestazione del 15 ottobre degli “Indignati”.

La piazza era pacifica e tranquilla, anche se tanta tensione era chiaramente presente per via degli scontri che avevano spezzato il corteo nelle ore precedenti. C’era però la convinzione generale che in Piazza San Giovanni non sarebbe accaduto nulla, perché appunto luogo delimitato in due sue lati, e quindi non adatto alle incursioni rapide dei teppisti del “black bloc”. Tuttavia esplosioni di petardi e colonne di fumo si alzavano nelle strade di Roma. Nella piazza non erano presenti palchi per eventuali comizi di chiusura, anche se alcune testimonianze parlano di camion dotati di altoparlanti che forse avrebbero ospitato i relatori (chi scrive non li ha notati ma è possibile dato che la mia attenzione era dirottata altrove).

Le immagini sono state registrate attorno alle 17 e illustrano la prima carica della polizia in Piazza San Giovanni.

L’ingresso del camioncino alla guida del corteo (probabilmente il camioncino “Sciopero Precario“) guidava, come si può ben vedere, un gruppo non di poche decine ma di centinaia e anzi, forse, duemila black bloc o estremisti, protetti da caschi nella grande maggioranza. All’ingresso nella piazza l’altoparlante del camion lancia un messaggio che è un manifesto d’azione: “E’ tutto il giorno che lo stiamo dicendo, questa è una giornata di lotta per noi. Il conflitto è sempre bello quando è lontano. I democratici dicono l’hai visto ad Atene, l’hai visto a Barcellona, l’hai visto a Londra, eccolo il conflitto, mo’ lo abbiamo portato nelle vostre case, ce l’avete in casa il conflitto. Adesso ci siamo presi Roma, non scappate, questa piazza è nostra“.

Dietro arriva la carica della polizia, migliaia e migliaia di persone, violenti e pacifici manifestanti, vengono presi nella morsa della piazza. I più duri ovviamente indietreggiano soltanto, e poi rispondono subito con lancio di oggetti. C’è un ragazzo, giovanissimo, avrà meno di venti anni, che resta impassibile sotto il gesto dell’idrante, poi si sfila il fazzoletto fradicio dal volto e torna di nuovo a sfidare i poliziotti.

C’è persino una donna anziana in carrozzina, che protesta con un cartello a favore dei pensionati invalidi, ben visibile dal video. Costretta, anche lei, ad una fuga impossibile.

Siamo sopra una panchina di Piazza San Giovanni che abbiamo usato sia come punto migliore per registrare, sia come protezione di fronte a quel fluire, e difatti tutto scorre intorno. Poi scappiamo, superiamo le transenne e cerchiamo riparo davanti alla Chiesa, ma per lunghi minuti restiamo intrappolati.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.303 volte, 1 oggi)