SANT’EGIDIO ALLA VIBRATA – Nei sedicesimi di finale (giocati in gara unica) della Coppa Italia di Serie D (detenuta dal Perugia) disputati tra mercoledì 12 e giovedì 13 ottobre, non sono mancate le sorprese come l’eliminazione per mano del Nissa del Messina.
Il derby campano tra Turris e Casertana si è risolto a favore della compagine napoletana soltanto nel finale di gara. ko interni per Astrea (soltanto dopo lotteria dei rigori) poi comunque qualificata per le note ragioni spiegate sotto , Derthona, Fiorenzuola, Irsinese Matera, Pontevecchio e Todi . Nelle uniche 2 sfide risolte ai rigori l’hanno spuntata dal dischetto il Montebelluna che ha battuto tra le mura amiche il Tamai e l’Arzachena (poi estromessa per le note ragioni spiegate sotto) che in un’interminabile lotteria ha avuto la meglio sui padroni di casa dell’Astrea per 15-14.
Per quello che riguarda le cose vicine alla Samb c’è da segnalare l’eliminazione dell’ultima squadra marchigiana che era rimasta ossia la Civitanovese (che aveva eliminato l’Ancona 1905 nel turno precedente) avvenuta per mano della Santegidiese che ha rifilato ai rossoblu un secco tris. Eliminata in questo turno anche la Renato Curi Angolana (reduce in campionato da 3 ko consecutivi) sconfitta di misura sul campo della Viterbese dove i pescaresi hanno fatto un ampio turn over tenendo fuori in vista del delicato match interno di domenica contro la Samb, gente come Isotti, Micaroni e Ricci, messi comunque dentro nella ripresa ed Ortolano, Di Giannantonio, Adorante, Marotta, Planamente e Parmigiani (miglior realizzatore dell’Angolana finora con 2 reti) rimasti invece a riposo. Dunque l’unica squadra del Girone F che resta in corsa nella suddetta manifestazione è la già citata e a quanto pare rediviva Santegidiese (che domenica scorsa si è sbloccata anche in campionato ottenendo contro l’Isernia il primo successo stagionale) che negli ottavi affronterà in trasferta ed in gara unica i toscani del Sansepolcro (Arezzo).

Questi i risultati Sedicesimi di finale (12 e 13 ottobre 2011) di Coppa Italia di Serie D nel dettaglio:

1 – Montebelluna-Tamai 2-2 (dopo tempi regolamentari) e 5-3 (dopo i calci di rigore)
2 – Sandonà Jesolo-Giorgione 1-0

3 – Fiorenzuola-Bagnolese 0-4

4 – Darfo Boario-Folgore Caratese 4-0

5 – Derthona-Ponte San Pietro Isola 0-3

6 – Saint Christophe-Voghera 3-1

7 – Bogliasco D’Albertis-Pontedera 2-1

8 – Pontevecchio-Lanciotto Campi Bisanzio 1-3

9 – Todi-Sansepolcro 0-3

10 – Santegidiese-Civitanovese 3-0 (13′ e 39′ Rizzi su rigore, 67′ D’Amore)
11 – Viterbese-Renato Curi Angolana 2-1 (21′ Barra, 23′ Mereu, 43′ Della Cioppa [R.C.A.] su rigore)
12 – Astrea-Arzachena 2-2 (dopo i tempi regolamentari) 14-15 (dopo i calci di rigore)* poi trasformato in 3-0 a tavolino

13 – Turris-Casertana 2-0

14 – Sant’Antonio Abate-Pomigliano 5-3

15 – Irsinese Matera-Nardò 0-1

16 – Nissa-Messina 1-0

*= Risultato deciso poi a tavolino e trasformato in 3-0 perché l’Arzachena prima dei tiri di rigore (vinti 14-15) avrebbe dovuto escludere, comunicandolo all’arbitro tramite il capitano, un calciatore dai tiri fino ad eguagliare il numero di calciatori della squadra avversaria (l’Astrea era rimasta in 10, per l’espulsione di un suo calciatore).

Questi gli abbinamenti degli ottavi di finale (che si giocheranno in gara unica come i precedenti turni ed il successivo riguardante i quarti fino alle semifinali che invece si disputeranno con gare di andata e ritorno) dei prossimi mercoledì 23 e giovedì 24 novembre:

Montebelluna-Sandonà Jesolo

Bagnolese-Darfo Boario

Ponte San Pietro Isola-Saint Cristophe

Lanciotto Campi Bisanzio -Bogliasco D’Albertis

Sansepolcro-Santegidiese

Astrea *-Viterbese

Sant’Antonio Abate-Turris

Nardò-Nissa

*= al posto dell’Arzachena punito con lo 0-3 a tavolino come descritto sopra.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 211 volte, 1 oggi)