SAN BENEDETTO DEL TRONTO – “Ma quanto è piccolo questo teatro! Durante l’anno ci fanno degli spettacoli?”. La prima serata di Fiorello al Concordia non poteva che aprirsi con l’ironia, che puntualmente colpisce pure i fortunati presenti in sala: “Leggo sui giornali che ce l’hanno con voi. Siete dei privilegiati, dei raccomandati. Tutti amici del sindaco?”.

Alle prove dello showman siciliano, in vista del ritorno su Raiuno con “Il più grande spettacolo dopo il weekend”, c’erano tanti giovani. Oltre a loro il presidente del consiglio comunale Marco Calvaresi, il vicesindaco Eldo Fanini e gli assessori Paolo Canducci e Luca Spadoni, che si sono a loro volta sommati ai circa cento addetti ai lavori della produzione di Bibi Ballandi.

Novanta minuti, nei quali ampia è stata l’improvvisazione di un Fiorello in grande forma. L’introduzione spetta al compare Marco Baldini, autore di un unico intervento. Lo sketch è quello già visto su Twitter, con il mattatore nei panni vocali di un Premier infuriato con Giulio Tremonti. Poi stop alla satira politica; meglio gli affondi su una Rai “allo scatafascio”. “Se ne sono andati tutti – ride – dopo le quattro serate previste ce ne andremo pure noi”. Curiosa la confessione relativa a Lorenza Lei, neo direttore generale di Viale Mazzini: “Finalmente abbiamo un dirigente donna. Mi ha ordinato di dimagrire, sono quattro mesi che non mangio”.

Immancabile la musica. Fiorello scherza con la tromba, proprio come faceva ai tempi di “Viva Radio2” quando nei panni di Paolo Fava sfotteva il vero trombettista Enrico Rava. Ed ancora, spazio alle mescolanze: l’artista italianizza brani inglesi e inglesizza quelli italiani ed arriva persino a stravolgere l’inno di Mameli, riproposto in versione rap grazie al supporto prezioso del maestro Enrico Cremonesi.

Infine rivela il motivo per cui per un varietà in grande stile sia stato scelto il prime-time del lunedì: “Il venerdì, il sabato e la domenica la gente esce, ormai nessuno rimane più a casa. Il lunedì, al contrario, chi volete che se ne vada a spasso?”. Una spettatrice tuttavia sente di averla perduta: “Mi scontrerò col Grande Bordello (ovvio riferimento al Gf, ndr). So già che mamma guarderà quello”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.766 volte, 1 oggi)