MARTINSICURO – Prove tecniche di Terzo Polo. Fli, Udc e Api si sono riuniti martedì per discutere della nascita della coalizione centrista anche a Martinsicuro. Un percorso che però già dalle prime battute si preannuncia piuttosto ostico. Se l’intenzione dei dirigenti provinciali e locali di Fli, Udc e Api è quella di sancire l’accordo, lo scoglio da superare al momento è quello delle future alleanze per le amministrative. L’Udc infatti è in maggioranza, mentre Fli all’opposizione, e la costituzione del Terzo Polo sarebbe caratterizzata da un programma e linee guida comuni.

Nel corso del primo incontro è emerso che per quanto riguarda le prossime alleanze elettorali, c’è una corrente che protenderebbe per il centrodestra e un’altra invece per il centrosinistra. Tutto insomma è ancora sul piatto e i giochi sono ancora da farsi. Un altro incontro è previsto a fine mese per valutare le possibilità di seguire un percorso unitario. Certo è che seppure i passati contrasti tra alcuni esponenti dell’Udc e Fli sarebbero stati superati e non ci sono pregiudiziali per sancire l’alleanza, l’Udc deve comunque risolvere alcuni contrasti interni e nello stesso tempo valutare i rapporti con l’attuale maggioranza di centrodestra, che rischiano di incrinarsi con la costituzione del Terzo Polo e la condivisione di programmi comuni con Fli e Api.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 159 volte, 1 oggi)