DI VINCENZO 7 Si conferma portiere di spessore. Salva più volte la porta, specie nel secondo tempo, con interventi alle volte anche spettacolari. Nulla può sulle tre marcature ospiti.
MARINI 6 Solita gara generosa anche se aveva davanti alcuni dei migliori attaccanti del girone. Viene “bucato” assieme a Mengo in occasione del primo gol teramano, ma sinceramente non ce la sentiamo di incolparli perché la giocata di Perretta e Masini è stata d’alta scuola e partita dalla solita amnesia di centrocampo.
IANNI 6 Tiene botta come il resto della difesa nel primo tempo, mentre nella ripresa va a volte in difficoltà a causa della superiorità ospite nelle ripartenze.
CUCCU’ 5 Va in evidente difficoltà contro giocatori avversari molto più forti fisicamente e molto più esperti. Giocava meglio, a nostro parere, nell’ibrido ruolo di terza punta, dove aveva meno responsabilità e poteva sfruttare la sua verve agonistica spezzando il gioco avversario alla fonte.
GRAMACCI 5 Chiedergli di essere il faro della squadra forse è troppo. Ogni tanto ha qualche buona giocata ma non ha il passo e l’esperienza per caricarsi la formazione sulle spalle: però, per dove gioca, al centro del centrocampo, questo dovrebbe fare. Tantissimi passaggi sbagliati.
MENGO 6 Inizia alla grande, come gli è capitato ultimamente. Poi qualche piccola sbavatura. Nella ripresa viene espulso quando invece meriterebbe un ovvio cartellino giallo. Cose da Serie D…
BORDI 5,5 Tanta generosità, specie nel finale quando i rossoblu tentano l’assalto in inferiorità numerica. Ma il suo primo tempo non è assolutamente all’altezza. Nella ripresa sembra partire bene, poi dopo l’espulsione di Mengo fa quel che può.
RULLI 5 Incontrista, regista, mediano, mezzala… Forse troppe responsabilità da non poter condividere con un compagno esperto a centrocampo. Così va in difficoltà anche lui.
PAZZI 7 Segna su rigore (fallo commesso su di lui, anche se di fatto è stato un regalo arbitrale per compensare i precedenti errori avversi ai rossoblu), segna un gol annullato che poteva significare la svolta dell’incontro. Si danna l’anima e gioca praticamente da solo per tutto il primo tempo, non chiedendo altro che un passaggio come si deve. Poi si rifà male nello stesso punto di due settimane fa. Domanda logica: era meglio non rischiarlo? La risposta è anch’essa ovvia: senza questo giocatore la Samb non c’è.
NAPOLANO 5,5 Primo tempo in ombra, non trova mai il modo di innestare Pazzi, che non aspetta altro. Nella ripresa dà tutto quello che ha nel tentativo di coprire il duplice ruolo di attaccante e centrocampista. Ma non basta per la sufficienza.
ZAZZETTA 5,5 Grande impegno, ma gli si chiede forse troppo in quel 3-5-2 in partenza: da solo deve percorrere la fascia su e giù. Alla fine, con la Samb in 10, va in affanno e lascia lo spazio per il 2-0 teramano, ma cosa pretendere di più.

STORANI 6 Bravo il giovane ex Santegidiese, che sembra poter modificare il corso della gara nella ripresa. Così non sarà, ma non per suo demerito.
GIBBS 5,5 Si fa notare per l’animosità che mette in campo. Una generosità che mette fine alle polemiche di questa settimana. Non arriva, però, a concludere mai in porta.
DI VICINO n.g. Pochi minuti per lui, non ha la zampata decisiva.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.014 volte, 1 oggi)