SAMB: Di Vincenzo, Marini, Ianni, Cuccù, Gramacci, Mengo, Bordi, Rulli, Pazzi, Napolano, Zazzetta. A disposizione Piagnerelli, Storani, Biondi, Puglia, Gibbs, Nicolosi, Di Vicino. All. Palladini

TERAMO: Cialdini, De Fabritiis, Chovet, Valentini, Calabuig, Ferrani, Laboragine, Vitone, Arcamone, Masini, Petrella. Allenatore Serraiocco, Filipponi, Tommaselli, Ekani, Traini, Galuppi, Berra. All. Cappellacci.

ARBITRO: Livio Marinelli di Tivoli, (Admo-Baccini)

NOTE: Massimo Fabrizi, campione del mondo nel tiro a volo a Belgrado, premiato prima dell’incontro dal presidente della Samb Pignotti. Giornata fredda, circa 13° C, prato in discrete condizioni nonostante la pioggia delle ultime 24 ore. Ottimo il colpo d’occhio della curva di casa e della tribuna, anche da Teramo sono giunti in circa 300. Da far notare le assurde disposizioni in tema di parcheggi: tutto il piazzale antistante alla Curva Nord interdetto al posteggio auto con notevoli disagi. Ci si chiede cosa accadrà quando si ospiteranno incontri da 15 mila spettatori…

PRIMO TEMPO

Si inizia con una nube di fumogeni che parte dalla Curva Nord, davvero carica a mille. La Samb è schierata con il 3-5-2, Mengo Marini e Ianni in mezzo, centrocampo a 5 con Rulli Gramacci e Cuccù al centro, Bordi a destra, Gramacci affianco a Rulli, Zazzetta a sinistra, Napolano in appoggio a Pazzi.

4′ Pericoloso Pazzi, che tira dalla sinistra, il Teramo si salva in angolo. Due corner di fila per la Samb, poi viene annullato un gol a Pazzi per un fuorigioco che sembra giusto ma è millimetrico.

Sale forte l’urlo dei tremila del Riviera rossoblu. La Samb sta chiudendo il Teramo nella sua metà campo. All’8′ tiro di Bordi, niente di fatto. Buona Samb comunque in avvio, tanta corsa e impegno.

12′ Ora il Teramo esce dal suo guscio. Il livello tecnico e agonistico dei biancorossi è indubbiamente alto. La Samb sta rispondendo sopratutto con un Pazzi che sembra completamente recuperato dall’infortunio e da un Mengo che comanda alla grande il pacchetto arretrato.

16′ Marini scivola e lascia campo libero a Masini, lo stesso Marini e Mengo recuperano, Masini tenta un pallonetto dal limite che però termina altissimo.

20′ La partita è cambiata, ora la Samb fa molto fatica a impostare il gioco e si affida ai lanci lunghi, il Teramo ha possesso palla anche se per ora è sterile.

24′ Sono i due estremi della formazione rossoblu, Mengo in difesa, fino ad ora perfetto, e Pazzi davanti, che fa un grande movimento, i due giocatori migliori nella Samb. Il Teramo sembra più collettivo. Napolano, purtroppo, non è ancora entrato in partita. Ma la Samb deve giocare così perché comunque Pazzi è ispiratissimo e i difensori teramani sembra fare molto fatica a controllarne i movimenti. Servirebbe un Napolano che lo servisse a puntino.

26′ Eccolo infatti Pazzi: contropiede rossoblu, Bordi sulla destra non è lestissimo e mette un pallone lento in mezzo, Pazzi è un fulmine e prova la deviazione di tacco ravvicinata, Cialdini blocca a terra sul primo palo. Un Pazzi così non può essere lasciato solo.

28′ Ammonito Napolano per una “simulazione” per un fallo a metà campo. Assurdo. Inizia a piovere, e la curva rossoblu canta da… pazzi. Anzi, inizia a grandinare!

29′ Vantaggio del Teramo: contropiede biancorosso, Petrella serve un pallone in profondità perfetto per Masini che in velocità controlla di testa e supera la linea difensiva rossoblu, poi, in area, con Di Vincenzo in uscita, lo supera con un tiro di destra. 0-1

31′ Colpo di testa di Arcamone a centro area, palla lenta, Di Vincenzo controlla.

32′ La Samb prova a reagire, calcio d’angolo.

35′ La Samb non trova la quadra dell’incontro, a centrocampo è dura nonostante il grande impegno di tutti. Napolano spesso è costretto a retrocedere molto e così Pazzi resta molto isolato. Ci si mette anche l’arbitraggio, molte le scelte che sembrano a senso unico.

40′ Ci si mette anche Mengo, ora, a non buttar palla, e regala un fallo laterale al Teramo. La Samb mostra grandi problemi di impostazione, la superiorità ospite sembra evidente anche se non ancora a livello di occasioni, gol a parte.

43′ Esce il sole, ma non per la Samb che sembra incapace di reagire. C’è da dire che gli avversari sono di prim’ordine, non sprecano mai il pallone.

44′ Il Teramo gioca, la Samb si difende. Si spera in qualcosa che possa avvenire nella ripresa, perché la curva di tifosi rossoblu non ha eguali in questo girone, che peccato.

1 minuto di recupero.

COMMENTO PRIMO TEMPO Un vantaggio meritato quello del Teramo non tanto per le occasioni di gioco, che sono state due compreso il gol, quanto per l’assetto di gioco e il possesso palla.

SECONDO TEMPO

Cambio nella Samb, esce Cuccù ed entra Storani. La Samb dovrebbe passare al 3-4-3

1′ Subito un’altra Samb, cross di Bordi da destra, Cialdini in angolo. Subito dopo altro angolo

2′ Annullato un gol clamoroso alla Samb. Angolo di Napolano, palla molto tagliata, Pazzi incorna e devia sul sette, il guardalinee dice che la palla è uscita. Errore marchiano sembra. Urlo strozzato in gola. Ora la Samb gioca in 12, pubblico rossoblu in campo.

4′ Il signor Marinelli di Tivoli stavolta va oltre. Ammonisce Pazzi per un fallo al limite dell’area, quando lo stesso Pazzi era vistosamente trattenuto in precedenza. C’è qualcosa che non va. Pazzi viene addirittura ammonito.

6′ Marinelli impone la sconfitta alla Samb. Fallo di Mengo su su Arcamone, una trattenuta e Mengo viene espulso. Mengo era in linea con altri due difensori rossoblu. Assurdo.

7′ Punizione di Vitone, Di Vincenzo si supera e devia sul sette e poi coi piedi respinge il tiro ravvicinato.

9′ La Samb in campo col 4-3-2. Pazzi sembra davvero in giornata, peccato non servirlo a dovere.

10′ Arbitraggio che ha indirizzato l’incontro in questo avvio di tempo, con gol molto dubbio annullato a Pazzi, ammonizione stranissima a Pazzi e poi espulsione del tutto evitabile.

12′ Pazzi in area, anticipato al momento del tiro. Poi dalla distanza Pazzi, tiro velleitario.

13′ Angolo per i rossoblu, va Napolano, nulla di fatto.

15′ Ancora un fuorigioco molto dubbio fischiato a Pazzi.

17′ E’ dura: la Samb perde palla a centrocampo, contropiede fulmineo di Petrella che tira una “sassata” dal limite, Di Vincenzo respinge coi pugni.

18′ Partita finita. Lancio lungo per Petrella che brucia sullo scatto Zazzetta e anticipa l’uscita disperata di Di Vincenzo, e poi a porta vuota deposita il 2-0.

20′ Calcio di rigore per la Samb: Pazzi lanciato in area da Gramacci, atterrato e ammonito De Fabritiis. Pazzi sul dischetto. Gol di Pazzi. 1-2. Comunque il rigore è parso molto generoso, l’arbitro forse ha voluto pareggiare qualche peso sulla coscienza.

23′ Pazzi si fa male su un contrasto. Entra Gibbs. Che sfortuna Pazzi.

24′ Cambio anche nel Teramo: esce Petrella, entra Ekani.

26′ Occasionissima della Samb con Storani, ma Gibbs aveva commesso fallo in area teramana.

27′ E’ una Samb alla carica, sospinta da un pubblico impagabile. Gibbs sembra entrato col piglio giusto.

27′ Occasionissima per il Teramo, Ekani brucia Zazzetta, Di Vincenzo salva coi piedi.

29′ Si accende un parapiglia con Gibbs che si spinge con De Fabritiis, poi arriva Calabuig che cade a terra mimando un contatto che forse c’è stato ma del tutto casuale. Rissa in campo Cappellaci arriva fino alla partita della Samb. Alla fine ammoniti De Fabritiis e Gibbs. Decisione giusta ma che confusione. Gioco fermo per 5 minuti, però.

35′ Entra Di Vicino, esce Napolano. Cambio obbligato. Prova opaca di Napolano, specie nel primo tempo.

38′ Punizione del Teramo, mischia in area rossoblu, Di Vincenzo prende la palla in due tempi.

40′ Esce Laboragine, entra Galuppi.

41′ Ammonito Zazzetta, per fallo su Ekani.

42′ Altra occasione per il Teramo, Calabuig di testa, in tuffo, palla fuori di poco.

49′ Arriva il terzo gol, di Arcamone, dopo che Masini si era esibito con una vole respinta da Di Vincenzo, Arcamone ribadisce in rete. 1-3.

50′ Esce il bravissimo Chovet, entra Galuppi.

6 minuti di recupero.

Bello il finale dove i rossoblu vengono invitati sotto la curva e applauditi dai tifosi di casa.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 3.019 volte, 1 oggi)