CUPRA MARITTIMA – Il parco archeologico di Cupra Marittima si sta concretizzando. Nei mesi scorsi infatti fu stanziato il finanziamento di circa 500 mila euro da parte del ministero del beni culturali e delle infrastrutture, attraverso la società Arcus, da destinare alle attività di scavo e ricerca dell’area archeologica tanto importante per la storia locale e non solo.

Gli scavi preliminari hanno preso il via i primi giorni di settembre, mentre gli scavi veri e propri sono iniziati il 19 settembre. Per il periodo 2011/2012 l’obiettivo è dunque quello di produrre più materiale utile possibile, come ad esempio pubblicazione, mostre e convegni atti a testimoniare l’effettiva rilevanza del luogo e dei ritrovamenti.

“Stiamo scavando – spiega Mara Miritello  della ditta “A.B.C, Ambiente e Beni Culturali” – nella zona della cosi detta “basilica”. Siamo ancora nella fase della pulizia dell’area. Abbiamo portato alla luce i perimetrali nord e sud dell’edificio, che era ancora coperto di terra, per avere una visione globale della struttura. Nella parte ovest invece, abbiamo trovato un abside e delle strutture tombali che abbiamo già asportato. Tra i materiali rinvenuti ci sono effettivamente dei pezzi interessanti come ad esempio delle anfore”.

Prosegue la Miritello: “Cerchiamo dunque di studiare e ricollegare i vecchi scavi al lavoro che stiamo facendo oggi per stabilire le datazioni dei vari edifici e strutture che sono emerse in passato e che stanno emergendo ora. Probabilmente verranno alla luce strutture che appartengono alle varie epoche, dall’epoca Romana ai secoli precedenti”.

Le novità non finiscono qui. Contemporaneamente infatti si sta provvedendo alla ristrutturazione di una casa colonica presente all’interno del parco, edificio che diventerà una vera e propria foresteria. Entusiasti sono anche il sindaco Domenico D’Annibali, e l’assessore al parco archeologico Luciano Bruni: entro alcune settimane è previsto un evento di presentazione sia della campagna di scavi che dei primi risultati acquisiti. Per l’occasione saranno coinvolte anche le istituzioni amministrative provinciali e regionali, scuole ed università, e comunità cittadina ed economica per condividere un progetto che riguarda tutto il territorio provinciale e regionale.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 389 volte, 1 oggi)