CUPRA MARITTIMA – Il nuovo servizio mensa della scuola di Cupra Marittima partirà lunedì 3 ottobre e sarà gestito fino al 2013 dalla ditta Cimas di Urbania che si è aggiudicata l’appalto. Per presentare ai genitori ed ai cittadini come agirà la nuova ditta, durante il pomeriggio di sabato 1° ottobre nell’aula magna dell’istituto scolastico comprensivo si è tenuto il convegno sulla sostenibilità Alimentare. Presenti all’incontro il sindaco Domenico D’Annibali, l’assessore alla cultura Luciano Bruni, il preside Walter Laudadio, Paolo Agostini responsabile della ditta Albert Sas per le Innovazioni nei sistemi agroalimentari, Cristiana Murri delegata della ditta Cimas, Romina Fani nutrizionista Asur Marche Zona Territoriale 12 e Piero Celani presidente della provincia di Ascoli Piceno. «Vogliamo coinvolgere anche i genitori nell’educazione alimentare dei bambini» ha spiegato il sindaco.

Successivamente Agostini ha illustrato attraverso delle slide il perché è stata scelta proprio la Cimas. L’azienda infatti provvederà alla somministrazione di pasti ottenuti con alimenti controllati, buoni, sostenibili, sicuri, equilibrati e rintracciabili in ogni sua componente. Saranno proposti 95 diversi menù che comprendono l’utilizzo di prodotti di stagione e di soli 3 prodotti surgelati (bastoncini di pesce, piselli e spinaci).

Ad illustrate meglio le azioni in progetto dalla Cimas è stata poi la Murri che ha spiegato: “le carni sono reperite nelle Marche, così come la frutta e la verdura, tranne le banane e gli agrumi che non sono di produzione locale. Molti prodotti provengono dal mercato equo e solidale, da agricoltura biologica e dall’agricoltura solidale, ovvero da quelle aziende agricole che danno lavoro ai soggetti svantaggiati e che coltivano terre confiscate alle mafie. La Cimas inoltre effettuerà un controllo del gradimento attraverso l’analisi degli scarti che provengono dal servizio quotidiano, così capiremo cosa piace di più ai bambini. Inoltre abbiamo sostituito i macchinari obsoleti o mancanti e abbiamo provveduto a far arrivare delle sedie nuove. In caso di emergenza poi sarà allestito un centro di cottura alternativo, e se necessario, per qualsiasi problema vi potrete rivolgere alla nostra sede di Fermo”.

A seguire la nutrizionista Fani ha spiegato quanto sia importante la collaborazione tra scuola e genitori per una corretta alimentazione dei bambini, alimentazione che deve essere varia, moderata e completa, seguendo e linee guida dettate dal Ministero della Salute. In poche parole l’alimentazione sana dovrebbe iniziare a casa e continuare a scuola.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 147 volte, 1 oggi)