SAN BENEDETTO DEL TRONTO – C’era un tempo in cui il lungomare di San Benedetto ospitava i pioppi. Ma un giorno, al grido di “noi siamo la Riviera delle Palme, non dei Pioppi”, Paolo Perazzoli compì la sua rivoluzione scatenando le ire di residenti e lettori per un’operazione che sarebbe costata al Comune 305 milioni di lire. “Esprimiamo forte contrarietà a tale espianto e suggeriamo di utilizzare i fondi per realizzare del verde dove non c’è”, tuonò il Comitato del Quartiere Sant’Antonio, costituito pochi mesi prima e “competente” per territorio.

Correva l’anno 1995, stesso periodo in cui trionfava un giovanissimo Giovanni Cacioppo al “Cabaret Amore Mio” di Grottammare e, nella medesima località, si esibiva in concerto la “contestatrice” Fiordaliso. La cantante piacentina bocciò la classe politica dell’epoca: “Quanti anni hanno i nostri politici? Non certo vent’anni. I giovani sono la spina dorsale del Paese. Sono stati i vecchi a rovinare l’Italia”. Ieri come oggi, gli identici discorsi.

ALL’INTERNO Troverete gli articoli di Franco Cameli e Giuseppe Buscemi ed i fax di Pier Giorgio Camaioni (Pgc).

PROMEMORIA La rubrica “Riviera 20” ripercorre i vent’anni del nostro giornale analizzando ogni settimana un’annata in particolare. Gli articoli pertanto non fanno necessariamente riferimento ad un unico numero.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 636 volte, 1 oggi)