SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Prosegue il progetto dell’unità di strada volto alla sensibilizzazione della cittadinanza sui rischi correlati al gioco d’azzardo e all’informazione dell’esistenza di servizi sanitari specializzati nell’aiuto alle persone affette dalla ‘febbre del gioco’.

Ti piace perdere facile?”: questo è il titolo della campagna di prevenzione e informazione delle dipendenze da gioco d’azzardo, promosso dai comuni dell’ambito territoriale sociale 21, in collaborazione con l’Asur ZT 12 che, insieme agli interventi di prevenzione all’uso di alcol e sostanze nei locali del divertimento e nelle scuole del territorio, intende diffondere la cultura del benessere e dell’utilizzo sano e corretto del tempo libero.

L’iniziativa ha preso il via a marzo 2011 con una prima fase di studio del fenomeno nei giovani che frequentano gli istituti secondari superiori attraverso la somministrazione di questionari anonimi volti a rilevare i comportamenti problematici rispetto il gioco d’azzardo, anche in relazione alla storia familiare, il vissuto scolastico, l’uso di alcol e sostanze, i cui risultati sono in fase di elaborazione.

La seconda fase, iniziata circa un mese fa, vede gli operatori dell’Uds attivi sul territorio con “InfoPoint”, veri e propri centri d’ascolto e informazione dislocati in centri commerciali e sale d’attesa degli enti pubblici.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 180 volte, 1 oggi)