GROTTAMMARE – Finanza e urbanistica. In programma lunedì 26 settembre, alle ore 21 il  Consiglio Comunale a Grottammare. Si aprirà il dibattito con i due punti all’ordine del giorno, richiesti dall’opposizione del Pdl che riguardano Piazza Fazzini e Corso Mazzini, e il malfunzionamento dell’impianto fognario di un tratto del lungomare centro.

Importante saranno le novità riguardanti gli ex silos Ip, dismessi nella parte sud della città. Il consiglio, infatti, è chiamato a cambiare la destinazione urbanistica e a discutere sul rilascio del permesso di costruire, in deroga agli strumenti urbanistici tradizionali (ovvero l’avvio di una variante al Piano Regolatore Generale), in virtù di quanto permette il recente “Decreto Sviluppo” per gli interventi di riqualificazione urbana. In tal caso, ove fosse approvata si modificherebbe la destinazione d’uso da commerciale puro a commerciale e residenziale, con aumento volumetrico inferiore al 10%.

Si toccheranno anche temi finanziari con due punti da affrontare. Uno legato alla ratifica delle variazioni di bilancio, intercorse durante l’anno e approvate dalla giunta comunale (si tratta di inserire nel bilancio comunale entrate non previste pari a 35.165,40 euro. La somma deriva da proventi incassati con la Fiera di San Paterniano pari a 30.165,40 euro e, da due contributi privati alla Cultura, 2mila euro e alle manutenzioni 3mila euro). La seconda questione finanziaria è la ricognizione degli equilibri di bilancio, cioè la verifica che le entrate e le uscite siano in linea con le previsioni.

L’ordine del giorno si concluderà con la modifica del Regolamento per l’esecuzione di lavori in economia e per l’effettuazione di forniture di beni e servizi in economia che prevede l’innalzamento del limite degli affidamenti diretti da 20 mila a 40 mila euro.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 373 volte, 1 oggi)