SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Arriva la risposta ufficiale della Samb alle accuse mosse da Genchi nei confronti dei calciatori rossoblu, da noi riportate in mattinata. Ecco cosa scrive la Samb:

Dopo aver letto le sgradevoli accuse lanciate a mezzo stampa nei confronti dei nostri tesserati dal calciatore dell’Ancona Giuseppe Genchi ci sentiamo in dovere di controbattere.
Come Sambenedettese ci teniamo a smentire categoricamente tutte le illazioni fatte da Genchi nei confronti dei nostri atleti accusati di aver provocato lo stesso giocatore con insulti, tirate di capelli e ginocchiate. Nessuno dei nostri tesserati si è permesso di offendere o colpire Genchi e, fino a prova contraria, l’unico ad aver una tenuto una condotta di gioco violenta colpendo con un pestone Pazzi è stato proprio l’attaccante dorico punito dal direttore di gara con l’espulsione.
Riteniamo che la partita disputata al “Del Conero” sia stata interpretata in maniera corretta dai calciatori delle due squadre, animata da un sano agonismo sempre nei limiti della lealtà sportiva.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 672 volte, 1 oggi)