SAN BENEDETTO DEL TRONTO – “Sono un uomo ridicolo. Adesso poi loro dicono che sono pazzo”, dice il protagonista del celebre racconto di Dostoevskij. Un momento di tragica e profonda introversione viene interrotto da un sogno attraverso il quale Fedor, un uomo di 46 anni, giunge ad una sua “visione delle verità”.

Venerdì 23 settembre, alle ore 21:30, la 17° edizione dei Teatri Invisibili torna al teatro dell’Olmo di San Benedetto del Tronto. Sarà di scena Francesco Laruffa con “Sogno di un uomo ridicolo”, tratto dall’opera di Fedor Dostoevkij.

Scenografia di Enrico Pulsioni, luci di Astrid Jatosti, effetti sonori di Jacopo dell’Unto.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 263 volte, 1 oggi)