SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Pedalare è meglio che guidare. Specie i “Suv”. E’ giunto quasi al termine il progetto “+Bici – Suv”, cofinanziato dalla Commissione Europea attraverso la rete “Civitas Catalist”, realizzato in partnership tra i comuni di San Benedetto del Tronto, Giulianova e Pineto in collaborazione con Legambiente e il coordinamento ciclabile Abruzzo Teramano (CCiclAT), che ha coinvolto gli studenti delle tre cittadine in incontri di sensibilizzazione sulla mobilità sostenibile e, in particolare, sull’uso quotidiano e urbano della bicicletta.

L’ultimo appuntamento, previsto per giovedì 22 settembre, sarà un convegno presso l’auditorium comunale in cui Gianfranco Fantini, esperto di mobilità sostenibile ciclabile della Federazione Italiana Amici della Bicicletta, Alessandro Tursi di Legambiente Giulianova e la pediatra Valeria Speca illustreranno esperienze e vantaggi, sopratutto per i bambini, nell’utilizzo in ogni stagione della bicicletta e di mezzi di mobilità collettiva (autobus, car-pooling).

Inoltre verrà illustrato il progetto del “bicibus”, un sistema di accompagnamento dei bambini a scuola in bici, organizzato come uno scuolabus, con tanto di accompagnatori, percorso stabilito e fermate, attivato già nel comune di Giulianova. Non si sale su un pullmino ma si va in bici: infatti i ragazzi, in sella alle loro bici, attendono alla fermata il gruppo all’orario stabilito per poi andare insieme a scuola in autonomia e in sicurezza indossando pettorine rifrangenti e caschetti, forniti gratuitamente, e accompagnati da volontari.

L’incontro è aperto alle scuole coinvolte nel progetto, ai genitori, agli insegnanti e alla cittadinanza. Per San Benedetto saranno presenti due classi quarte della scuola “Sparvieri”. Durante l’incontro verrà presentato un depliant dal titolo “Un’altra mobilità è possibile. Scegli la bici!” che sarà distribuito nei prossimi giorni alla cittadinanza.

“Anche a San Benedetto intendiamo attivare un sistema di bicibus – spiega l’assessore alla mobilità Luca Spadoni – e questo convegno sarà l’occasione giusta per discuterne con genitori e insegnanti. Intendiamo infatti cogliere l’occasione per mettere da subito in pratica un sistema di trasporto che porti ai ragazzi benefici alla salute, sviluppi la loro autonomia e autostima, favorisca la socialità oltre a ridurre il traffico e l’inquinamento in prossimità delle scuole. Naturalmente occorrono infrastrutture dedicate e per questo l’Amministrazione comunale intende sviluppare la rete di piste ciclabili esistenti in città puntando a realizzare un percorso ciclabile nel quartiere Sentina che si snodi tra via Colleoni, Fratellilli Cervi e via del Cacciatore e permetta agli studenti della scuola “Sparvieri” di sperimentare un percorso di bicibus dapprima in alcuni giorni della settimana e poi per tutto il corso dell’anno scolastico”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 339 volte, 1 oggi)