SANT’EGIDIO ALLA VIBARTA – Bloccati mentre cercavano di spacciare droga nel Parco della Musica di Sant’Egidio alla Vibrata. L’area situata in pieno centro cittadino, frequentata da mamme e bambini, si è rivelata ancora una volta ritrovo di spacciatori e tossicodipendenti, dopo che già alcune settimane fa era stato eseguito un arresto per droga.

L’operazione, effettuata dai Carabinieri di Sant’Egidio alla Vibrata diretti dal maresciallo Mario De Nicola e coordinati dal Capitano della Compagnia di Alba Adriatica Pompeo Quagliozzi, è scaturita proprio dalle segnalazioni di alcune mamme che avevano riferito di movimenti sospetti da parte di giovani che frequentavano il parco.

I militari, a seguito di una serie di appostamenti, hanno bloccato un giovane di 22 anni, Marco Vento, operaio incensurato di Sant’Egidio alla Vibrata. Il giovane stava per cedere alcune dosi di hashish (circa 10 grammi) ad alcuni ragazzi. E’ stato arrestato con l’accusa di detenzione di stupefacenti ai fini di spaccio. Stamattina si è tenuto il processo per direttissima e il 22enne è stato condannato a dieci mesi di reclusione, con pena sospesa.

Nell’ambito dell’arresto avvenuto al Parco della Musica, i Carabinieri hanno denunciato un altro giovane E.C. di 21 anni, disoccupato incensurato. Il ragazzo si trovava all’interno del parco quando, assistendo al trambusto, ha gettato qualcosa sotto un’auto parcheggiata. Il movimento non è però passato inosservato ad uno dei militari, che ha recuperato l’involucro constatando che si trattava di due bustine di cocaina (circa 1,5 grammi), di cui il giovane aveva cercato di disfarsi. Ne è seguita una perquisizione domiciliare in cui non è stato ritrovato altro stupefacente, ma solo un bilancino di precisione, utilizzato per confezionare le dosi. Il ragazzo è stato denunciato per detenzione di stupefacenti ai fini di spaccio.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 416 volte, 1 oggi)