MARTINSICURO: Damiani, Celi, Piunti, Vallese, Cristofari, Di Paolo, Priori, Massi( 65′ Cipolloni), Ruggieri(54′ Picciola), Tarba(65′ Camilletti). A disposizione: Di Salvatore, De Cesaris, Persichino, Maccaferro.

ALBA ADRIATICA: Benigni, Arietti, Scaramazza, Ianni, Scarpetti, Ciancaioni, Di Giorgio, Maurizi( Emili 89′), Rastelli( 62′ Liguori), Ridolfi, Spinozzi( 66′ Palmarini). A disposizione: Lucantoni. Maurizio, Strozzieri, Maurizi.

ARBITRO: Sig. Valerio Amadio di Ascoli Piceno

RETI: 2′ SPINOZZI (A), 13′ Vallese (M), 58′ Di Giorgio (A).

AMMONITI: Ianni (A), Spinozzi (A), Nepa (M), Di Paolo (M)

MARTINSICURO – Buona prova del Martinsicuro che però esce sconfitto dal sentitissimo derby con l’Alba Adriatica. Fatali due disattenzioni (una per tempo) della difesa e nonostante il forcing finale, gli uomini dell’esordiente Di Salvatore non riescono a raddrizzare una gara giocata per tutti i novanta minuti con grande intensità e  spirito di sacrificio.

Ma veniamo alla cronaca. Al comunale c’è il pubblico delle grandi occasioni per uno dei derby più sentiti della provincia. Bella l’iniziativa della scuola calcio bianco-azzurra con i bimbi dei “Piccoli Amici” ad accompagnare i ventidue scesi in campo dal primo minuto. Mister Di Salvatore schiera tra i pali Damiani mentre sulla linea difensiva vanno a posizionarsi Priori e Piunti come esterni difensivi, al centro la coppia dell’esordio casalingo Di Paolo (al rientro dopo l’infortunio) e Cristofari. A centrocampo troviamo Vallese e Massi e, a spingere sulle fasce, Celi e Tarba. Davanti  Nepa fa coppia con il terminale offensivo Ruggieri. Assente per squalifica capitan Scarpantoni.

Passano solo due minuti e l’Alba va in vantaggio: svarione in fase difensiva dei locali, Spinozzi ne approfitta e da pochi passi trafigge l’incolpevole Damiani. Partenza subito in salita per i martinsicuresi che tentano di rimediare e al 13′ trovano il pareggio con Stefano Vallese (oggi capitano): bel cross dalla trequarti sul quale si avventa Vallese che in tuffo di testa indirizza la palla dove Benigni non può arrivare. 1-1 e grande entusiasmo sugli spalti. Al 24′ si rivede l’Alba Adriatica su una punizione di Scaramazza, ma la palla finisce di poco alta. Risponde il Martinsicuro, sempre su punizione, ma la “sventagliata” di Nepa non trova nessuno pronto a correggere la palla  in rete. L’Alba Adriatica ha una ghiotta occasione alla mezz’ora per riportarsi in avanti ma Damiani è super a respingere un tiro da distanza ravvicinata di Rastelli. La risposta dei bianco-azzurri non si fa attendere e al 42′ una grande giocata di Ruggieri manda Nepa solo davanti a Benigni:  il numero 10 locale scavalca il portiere ospite con un bel pallonetto, ma la palla esce di poco al lato. Si infiamma il comunale che ora ci crede e tornano a farsi sentire i cori che hanno animato gli spalti per tutta la passata stagione.Si va al riposo dopo un bel primo tempo tra gli applausi del divertito pubblico.

Alla ripresa delle ostilità, dopo una fase di studio, al 9′ gli ospiti tornano in vantaggio: Cristofari libera male la propria area e serve involontariamente il numero 7 albense Di Giorgio che da pochi passi realizza. La situazione per gli uomini di casa sembra capitolare al 26′ ma un doppio grande intervento di Damiani, prima su Ridolfi poi su Maurizi, ridà coraggio ai martinsicuresi che riniziano a spingere ma senza troppa fortuna. Al 45′ però arriva una ghiottissima occasione per gli uomini di casa: Celi lascia partire un bel cross dalla destra sul quale si avventa Nepa, ma il suo tiro si stampa sulla traversa. Il Martinsicuro ci crede e porta in avanti anche Di Paolo a far valere la sua fisicità ma il risultato non cambia e l’Alba Adriatica si aggiudica i tre punti ed ora conduce a punteggio pieno questo campionato d’Eccellenza. Per il Martinsicuro, che avrebbe meritato sicuramente qualcosa di più, tanto rammarico ma anche tanti segnali positivi che lasciano ben sperare in vista delle prossime gare di campionato.


Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 459 volte, 1 oggi)