SAN BENEDETTO DEL TRONTO – E’ allarme sociale a San Benedetto. Dopo i casi riguardanti il BarCode, il Caffè Mentana ed il Florentia World è la volta del parco di via Formentini. Non un locale, ma un’area situata tra viale De Gasperi e la Statale 16 che, da spazio per bambini, è diventato un vero e proprio ritrovo per bulli e disturbatori notturni.

Una situazione intollerabile che i residenti hanno reso nota con un esposto inviato al sindaco Gaspari e al Comando di Polizia Municipale, nel quale si sottolineano i “violenti schiamazzi notturni, con urla e rumori violenti che si protraggono incessantemente dal pomeriggio fino ad oltre le tre del mattino successivo”.

I disturbatori, a quanto pare, sarebbero sempre gli stessi: un gruppo di persone ormai stanziali che addirittura finiscono col dormire in zona “provvedendo – si legge nella segnalazione – anche a distribuire i loro bisogni fisiologici in vari angoli del parco”.

Cosa fare a questo punto? “Innanzitutto per le giornate di venerdì e sabato invieremo due Vigili a controllare la situazione pomeridiana”, avverte il vicesindaco e assessore al Decoro Urbano, Eldo Fanini. Il tutto in attesa del ritorno del primo cittadino, attualmente in trasferta a Milano. “Dalla prossima settimana – prosegue Fanini – studieremo le soluzioni. L’idea è quella di istituire la chiusura notturna del parco, con la realizzazione di cancelli più alti. La proposta è stata fatta dagli stessi cittadini ed io la caldeggio”.

Sempre in via Formentini fu recentemente inaugurato un parco in erba sintetica, dedicato ai bambini dai 3 ai 14 anni, che tuttavia col tempo è finito con l’essere occupato dai ragazzi più grandi, gli stessi accusati poi di dar fastidio al quartiere. “Era un parco vissuto e tranquillo – conclude Fanini – vogliamo impedire che finisca in mano a delle ‘gang’. Il problema è diffuso e riguarda tutto il territorio rivierasco”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 675 volte, 1 oggi)