CUPRA MARITTIMA – Spacciava cocaina in pieno centro, nella tranquillissima cittadina di Cupra Marittima: ma uomini del reparto della Squadra Mobile sono intervenuti arrivano ad arrestare Gennaro Trota, trentaseienne nato a Francoforte, in Germania, ma residente a Cupra, già pluri-pregiudicato per questioni legate alla droga e M.C., pescarese di 46 anni ma domiciliato a Porto San Giorgio, e che di professione è medico, a Loreto.

Tutto è accaduto dopo molte segnalazioni di cittadini riguardanti strani movimenti, e quindi, da diversi giorni, erano stati predisposti alcuni servizi di osservazione. Domenica sera, 10 settembre, attorno alle 19:45 in Piazza della Libertà, di fronte al Municipio, una Smart ha posteggiato e un uomo, disceso, si incontrava con un altro giunto pochi istanti dopo e che, visibilmente, si scambiavano della droga.

L’intervento dei poliziotti avveniva separatamente sui due uomini, ma il medico si dava alla fuga a piedi, tentando di scavalcare una recinzione. Il suo tentativo veniva bloccato dagli agenti. Dentro l’automobile del medico venivano rinvenuti due involucri di cellophane contenenti cocaina e 34 pasticche integre di colore bianco e altre frantumate, usate probabilmente per sostanza da taglio: tuttavia, per l’assenza di precedenti specifici, per lui scattava soltanto la denuncia per possesso di sostanze stupefacenti e resistenza a pubblico ufficiale.

Prota, invece, trovato in flagrante a cedere il quantitativo di 3-4 grammi di cocaina e trovato in possesso di ulteriori 5 grammi, divisi in altrettanti piccoli involucri di cellophane di colore bianco, nonché la somma di euro 4.610 ritenuta provento dello spaccio e un bilancino elettronico di precisione trovato presso un’abitazione nella sua disponibilità, è stato arrestato.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 2.936 volte, 1 oggi)