MONTEPRANDONE – Chi è il nonno civico? Un pensionato che sceglie di dedicare un pò del suo tempo e della sua esperienza per prendersi cura della città e in particolare per rendere più sicuri e amichevoli i luoghi pubblici frequentati dai bambini.

Si tratta di un nuovo servizio di volontariato civico istituito dal Comune di Monteprandone che permette ai pensionati di partecipare attivamente alla vita della comunità e di “adottare” una parte di territorio con funzioni di vigilanza, assistenza e collaborazione con le scuole, Polizia Municipale ed altri servizi del Comune.

Dieci anziani diventeranno “nonni della città” sorvegliando i parchi, gli alunni delle scuole, moderando i comportamenti indisciplinati degli automobilisti, segnalando problemi di intervento e assistendo i bambini.

“Questa è una fase storica che richiede questo tipo di intervento – afferma il sindaco Stefano Stracci – Il Comune attualmente non può assumere altro personale. Con pochi soldi e strumenti adeguati possiamo garantire una presenza costante sul territorio unendo esperienza lavorativa e volontariato. Attraverso un bando pubblico abbiamo selezionato i dieci nonni civici che non faranno parte di un corpo di protezione civile, bensì di un gruppo coordinato anche via radio grazie ad una sala allestita appositamente per questo servizio”.

Una presenza rassicurante quella del Nonno Civico che migliorerà la vita della città attraverso esperienza, pazienza e disponibilità.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 713 volte, 1 oggi)