SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Un’emozionante e candida parata militare, di quelle che solo la Marina può regalare, per il bianco delle divise e per l’eleganza richiesta a chi si arruola. Il 9 settembre nel piazzale della Capitaneria di Porto la banda cittadina ha accompagnato il momento del saluto al comandante Daniele Di Guardo che lascia San Benedetto del Tronto dopo due anni e un benvenuto per Michele Castaldo, il nuovo comandante di fregata.

Di Guardo, nel suo discorso di addio ha ribadito il suo operato, ringraziando i suoi collaboratori,  le autorità, il vescovo Gervasio Gestori e “lo splendido territorio fatto di cultura e di storia” che lo ha accolto e ne ha reso piacevole la residenza.

Il comandante non ha trascurato gli affetti e con la voce visibilmente strozzata, ha salutato i suoi nuovi amici sambenedettesi e ha sottolineato l’importanza della sua famiglia che lo sostiene da sempre.

E’ stata la volta del nuovo comandante Michele Castaldo insignito nel corso della carriera delle medaglie Nato per le operazioni condotte nella ex Jugoslavia ed in relazione al Kosovo ed in Bosnia e per le operazioni in Albania, della pubblica benemerenza di Protezione civile, del titolo di cavaliere con spade dell’Ordine Melitense e della Croce commemorativa della Croce Rossa Italiana per le operazioni a L’Aquila.

“Provo consapevolazza della responsabilità che mi è stata affidata – inizia così il suo discorso Castaldo – metto a disposizione l’esperienza di questi anni di servizio. Il cambio del Comandante non sarà un ostacolo ma una continuità per la città. Auguro a Di Guardo vento in poppa ed ogni soddisfazione per il suo mandato a Roma”.

Il contrammiraglio Giovanni Pettorino ha sottolineato il riconoscimento per l’attività di Di Guardo da parte dei sambenedettesi, visto il caloroso applauso a chiusura del suo discorso: “Credo – continua Pettorino – che in due anni di operato Di Guardo abbia interpretato il ruolo moderno del corpo. Di Castaldo ho sempre apprezzato la capacità di sapersi destreggiare in qualsiasi situazione, continuerà il lavoro intrapreso da Di Guardo”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.856 volte, 1 oggi)