SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Diciamoci la verità: si aveva paura da matti di una sconfitta che avrebbe creato troppe fibrillazioni tra la tifoseria, tanto che il pareggio, pur tra luci ed ombre (una squadra che ambisce al vertice avrebbe vinto) fa tirare un sospiro di sollievo.

Ma per la Samb, reduce dal pari di Trivento, è soltanto un respiro e niente più: perché nel giro di due settimane ecco che il gruppo di Palladini verrà messo alla prova in maniera seria e, forse, sostanziale: domenica al Riviera delle Palme arriva la Vis Pesaro (ma lo stadio non è ancora pronto, ci saranno i tifosi ospiti?), reduce da un roboante 4-0 all’esordio; e il turno successivo si va ad Ancona, formazione che almeno tra le mura amiche sta dimostrando una forza impressionante (3-0 alla Samb e 6-0 alla Jesina in Coppa, 5-2 alla Renato Curi in campionato).

Quindi il punto non permette di rilassarsi – e sarebbe il colmo – ma contemporaneamente consente di prepararsi al meglio in vista dei due importantissimi impegni. Una Samb tutt’ora in costruzione, con gli esordienti Gramacci e Ianni a Trivento e una formazione ancora da ipotizzare domenica prossima, constatata l’espulsione di Nicolosi e il ritorno di Mengo e D’Agostino per un posto in difesa, e quindi la prima questione: Palladini tornerà con la difesa a tre oppure proseguirà sul cammino intrapreso domenica scorsa?

LUTTO Si è spenta la nonna del presidente rossoblu Roberto Pignotti, la signora Amalia. Condoglianze dalla redazione di Riviera Oggi.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 772 volte, 1 oggi)