SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Secondo quanto riferito dal comandante della Capitaneria Daniele Di Guardo, ha dato buon esito l’incontro di martedì mattina tra l’autorità portuale e il sindaco Giovanni Gaspari, con quest’ultimo accompagnato dagli ingegneri comunali Marco Cicchi e Germano Polidori e da quello della Regione Marche, Giorgio Occhipinti. Oggetto del faccia a faccia ovviamente il Piano del Porto, che ora dovrà essere votato nel prossimo Consiglio Comunale, fissato per il 5 settembre.

Una volta approvato, il progetto tornerà in Capitaneria, dove dovrà essere firmato. Successivamente passerà al Consiglio Superiore dei Lavori Pubblici ed infine a Palazzo Raffaello, con la giunta regionale chiamata ad esprimersi definitivamente in merito. Un iter lungo e complesso che prevederà circa un anno di attesa, se nulla si complicherà.

Intanto, prosegue la discussione nella maggioranza in merito ai 50 parcheggi che il Pd vuole mantenere proprio nell’area portuale, nella zona ad ovest dello scalo d’alaggio, nelle vicinanze del ristorante “Nudo e Crudo”. L’assessore all’Ambiente Paolo Canducci, supportato dallo stesso primo cittadino, starebbe spingendo al contrario per la realizzazione di un edificio artigianale-commerciale da inserire appunto nel Piano del Porto in quella zona.

Un punto di contatto forse si troverà: il sindaco infatti, avrebbe lanciato l’idea di una struttura ad un piano con parcheggi interrati. I democrat si sarebbero mostrati scettici, sostenendo come dei posti auto di quel tipo favorirebbero solamente gli utenti dell’impianto. La decisione definitiva verrà presa mercoledì.

“L’importante è che si sia raggiunto l’accordo per il Piano del Porto”, ha affermato il capogruppo Pd, Loredana Emili. “Per questo non posso che ringraziare il Comandante Daniele Di Guardo per l’impegno profuso”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 711 volte, 1 oggi)