ALBA ADRIATICA – Continue richieste di denaro nei confronti di un cliente per il pagamento della droga acquistata, a tal punto che lo spacciatore si era fatto anche intestare un’auto di grossa cilindrata.

E’ stato arrestato dalla Squadra Mobile per spaccio ed estorsione continuati Giancarlo Di Rocco, trentenne di Alba Adriatica, L’uomo da tempo esigeva denaro da un giovane operaio teramano per il pagamento della droga che gli forniva abitualmente. Il giovane acquistava di volta in volta 6 grammi di cocaina al prezzo di 80 euro al grammo, per un totale di 180 grammi di stupefacente.

Il tossicodipendente aveva accumulato nei confronti dello spacciatore un debito di circa 6mila euro. Nel luglio 2010 Di Rocco lo aveva costretto a chiedere un finanziamento di 10mila euro per l’acquisto di un’autovettura, che si era poi fatto intestare lasciandogli il pagamento delle 36 rate. Nonostante l’acquisto dell’auto, la pressione dello spacciatore non finiva, tanto che fino a marzo 2011 era riuscito a farsi consegnare altri 8mila euro vantati “a credito”.

L’attività investigativa della Squadra Mobile ha permesso di acclarare i gravi indizi di colpevolezza nei confronti di Di Rocco, per cui il sostituto procuratore Auriemma ha chiesto al gip del Tribunale di Teramo la misura cautelare in carcere per Di Rocco, che dovrà rispondere di spaccio continuato di cocaina e di due episodi di estorsione. L’arresto è stato eseguito dagli agenti della squadra mobile e l’uomo è stato portato nel carcere di Castrogno.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 759 volte, 1 oggi)