SAN BENEDETTO DEL TRONTO – La procedura per il nuovo Piano del Porto va avanti e venerdì prossimo approderà in Commissione Urbanistica. Un percorso che fin’ora si sta dimostrando lineare e senza intoppi, secondo quanto dice il sindaco Gaspari, che mercoledì in un incontro con la stampa è apparso decisamente soddisfatto: “Gli incontri con la Capitaneria sono andati bene, tutto va nel verso giusto. Questa è un’operazione di portata storica, peccato che non tutti se ne siano ancora accorti. Col tempo capiranno”.

Il primo cittadino parla inoltre di progetto “partecipato e trasparente”, frutto degli innumerevoli confronti di questi anni. Eppure qualcuno si starebbe lamentando, come Sinistra Ecologia e Libertà: “Non mi risulta – ribatte Gaspari – ho un assessore di Sel in giunta e non mi ha detto niente”.

Certo è che con il nuovo Porto, riqualificato e più funzionale, ad incrementarsi sarà pure il traffico cittadino, tutt’ora a livelli elevatissimi: “La bretella diventa indispensabile. Il 29 settembre mi vedrò con i tecnici della Provincia che mi illustreranno a che punto sono arrivati con la progettazione. L’intervento portuale si giustifica solamente se supportato da infrastrutture. Ribadisco che la Bretella sarà un obiettivo prioritario di questa amministrazione comunale”.

Sul fronte viabilità intanto, San Benedetto appare decisamente in difficoltà in quest’ultimo scorcio d’estate. Il caldo e il sole bollente degli ultimi giorni hanno riempito spiagge ed alberghi, con i posti auto disponibili ridotti al lumicino. “Abbiamo 220 posti in più rispetto al 2010”, afferma il sindaco rispondendo alle critiche. “La gente vuole parcheggiare sotto il proprio numero civico di casa; purtroppo non è sempre possibile. ”. E sui flussi turistici del post-ferragosto chiarisce: “I numeri non li ho, fanno testo le parole degli albergatori che confermano il tutto esaurito. Tantissimi sono gli stranieri: dalla Germania, dalla Repubblica Ceca, dall’Olanda. Sono poi stati riaperti i contatti con Liberec con cui siamo in procinto di siglare un accordo per dei trasferimenti in Riviera nel periodo che va dal 1° aprile al 30 ottobre. Adesso vanno trovate le strutture che stiano aperte ad ottobre. Il turismo – conclude – è sia quello pendolare che quello di una settimana. Pure la quotidianità dei gesti di un visitatore che viene e poi va via è turismo”.

ALBULA, OK AL PENNELLO E’ infine giunto alla fase conclusiva lo studio del pennello sulla foce dell’Albula. Il Comune spera di poter partire con i lavori a fine anno o nell’immediato inizio del 2012.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 963 volte, 1 oggi)