SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Il mercato settimanale potrebbe cambiare postazione. A chiederlo sono gli stessi venditori ambulanti che, per voce del presidente del Cidec Francesco Costantini, propongono la ristrutturazione degli appuntamenti del martedì e del venerdì con una discussione che avvenga nel corso del prossimo consiglio comunale.

L’idea, sempre più pressante, sarebbe quella di abbandonare le storiche piazze Garibaldi e San Giovanni Battista per traslocare verso sud e andare ad occupare via Calatafimi (a partire da via Roma), largo Lazio, via Bezzecca, via Castelfidardo, via Legnago, via XX Settembre e soprattutto piazza Matteotti.

“Nelle due piazze dovranno essere a breve essere effettuati dei lavori per il rifacimento delle tubazioni di scarico delle acque piovane – spiega Costantini – e soprattutto gli spazi assegnati agli operatori non sono più adeguati poiché è troppo estesa la lunghezza del mercato nel suo complesso”. Senza dimenticare il problema del traffico e dei disagi correlati: la rivoluzione infatti libererebbe innumerevoli posti auto, attualmente ridotti all’osso nelle due mattinate in questione.

L’assessore al Commercio, Fabio Urbinati, recentemente s’è mostrato favorevole all’ipotesi annunciando tuttavia che sarebbe necessario di conseguenza modificare la viabilità in via Gramsci, trasformando il senso unico in doppio senso.

“Vorremmo occupare le vie ad oggi desolate e commercialmente depresse – proseguono i venditori – riportando allo stesso tempo le attività presenti ad un’economia più redditizia”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.677 volte, 1 oggi)