MARTINSICURO – E’ ancora emergenza idrica a Martinsicuro, con una situazione che, almeno nei prossimi giorni, non prevede miglioramenti. La scarsità d’acqua che sta interessando la costa da circa una settimana, è destinata a proseguire ancora, come annunciato dalla stessa Ruzzo Reti in un comunicato diramato il 12 agosto ai Comuni costieri compresi tra Martinsicuro e Pineto.

“La situazione dell’approvvigionamento idrico nella nostra provincia – si legge nella nota – soprattutto in alcuni Comuni della fascia costiera, va progressivamente aggravandosi. Le temperature elevate di questi giorni e la crescente domanda di acqua da parte della popolazione turistica, che raggiunge l’apice proprio nel periodo di ferragosto, a meno di repentini cambiamenti climatici, farà sicuramente appesantire tale situazione di disagio”.

La mancanza di acqua dai rubinetti viene sopperita in questi giorni dalle autocisterne, messe a disposizione dalla società che eroga il servizio, per rifornire strutture turistiche, esercizi commerciali, abitazioni private e utenze sensibili (come ad esempio case di cura e case di riposo per anziani) che segnalino urgente necessità.

Anche a Martinsicuro la scarsità d’acqua (e la completa interruzione del servizio in diversi casi) sta generando forti malumori tra cittadini e operatori turistici, con il Comune tempestato di chiamate di protesta e di richieste per la fornitura d’acqua (a cui provvede il Ruzzo).

In base a quanto sostiene la società, la scarsa portata d’acqua che si registra in questi giorni sarebbe dovuta ad un aumento della richiesta, ma il problema a Martinsicuro è accentuato da una rete idrica obsoleta e non pienamente funzionale. “Chiederemo al Ruzzo nel prossimo consiglio di amministrazione di avviare  interventi strutturali urgenti sulle condotte cittadine – ha affermato il consigliere delegato all’Ambiente Massimo Vagnoni – poichè non subiscono ammodernamenti ormai da decenni e sono una delle cause dei problemi idrici che puntuali si ripresentano ad ogni estate”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 341 volte, 1 oggi)