SAN BENEDETTO DEL TRONTO- Due arresti effettuati dagli agenti dell’Arma domenica 14 agosto in due distinte operazioni.

A Grottammare i carabinieri della locale stazione sono intervenuti al centro commerciale l’Orologio nel negozio “Unieuro” dove tre marocchini erano stati sorpresi dal personale di vigilanza a rubare.

Alla vista degli agenti i tre si sono dati alla fuga ma uno di loro è stato preso. Gli è stato sequestrato un cellulare del valore di 400 euro. Gli altri due nel frattempo avevano gettato a terra la refurtiva consistente in un cellulare ed un apparecchio elettronico. L’intero bottino è stato riconsegnato al negozio.

H.F., trentenne è stato giudicato per direttissima per furto aggravato in concorso. Il Gip ha convalidato l’arresto. Il fermato è stato quindi rilasciato in attesa del processo che si svolgerà a settembre.

Nel secondo caso verso le sei di mattina una volante dei carabinieri del locale Comando pattugliava via Mare quando si è accorta di un’auto sospetta. Dopo un inseguimento non facile, la vettura inseguita dalle forze dell’Ordine si è incuneata in una strada senza sbocco e gli occupanti si sono successivamenti dileguati. Nonostante ciò, gli agenti sono riusciti a fatica a bloccarne uno in seguito ad un furiosa colluttazione.

Per A.D. 23enne di origini ucraine con numerosi precedenti per droga, è scattata la denuncia per resistenza, oltraggio e lesioni a pubblici ufficiali. Anche a lui è stato convalidato l’arresto eppoi rilasciato con l’obbligo di firma presso i Carabinieri. A settembre il processo. Per i due agenti una prognosi dai tre ai cinque giorni.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 281 volte, 1 oggi)