GROTTAMMARE – Il 12 agosto è il termine ultimo per la presentazione delle domande per accedere alle agevolazioni attuate dalla Regione Marche per le aziende agricole messe in ginocchio dalla calamità naturale che si è abbattuta nel marzo scorso.

Regolamentato dal D.G.R. 918 del 27/06/2011, l’iter burocratico si rivolge a tutte le imprese e cooperative agricole che hanno subito danni superiori al 30% PLV nei comuni cpolpiti dall’alluvione. “L’intensità dell’aiuto economico – ha sottolineato Angelo Zanotti, funzionario della Regione Marche intervenuto nei giorni scorsi al convegno di apertura di Giardineggiare a Grottammare organizzato dalla Cia – è pari all’80% del danno subito e l’ammontare complessivo stanziato si aggira intorno ai 3,8 Milioni di euro”.

Consistenti risorse quindi sono state messe a disposizione delle aziende agricole dalla Regione Marche, per far fronte alle emerge che caratterizzano l’attuale fase congiunturale. “Per quanto riguarda il settore del floroviarismo – ha detto l’assessore all’agricoltura Paolo Petrini – gli interventi sono stati mirati alla lotta al punteruolo rosso. Siamo fermamente intenzionati a voler continuare a sostenere e tutelare questo settore e per questo vogliamo scommettere sul suo futuro attraverso il programma di sviluppo rurale e con iniziative mirare. A tal proposito gli operatori del settore potranno avere altri aiuti anche grazie ai programmi decisi a favore dei distretti delle eccellenze agroalimentari delle Marche”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 201 volte, 1 oggi)