SAN BENEDETTO DEL TRONTO- Sono terminate nella tarda serata di mercoledì le prove per il tanto atteso Nabucco di Giuseppe Verdi, che verrà proposto giovedì 11 agosto, presso la banchina antistante la Capitaneria di porto, dall’Orchestra sinfonica Rossini di Pesaro e dal Coro del teatro Ventidio Basso di Ascoli Piceno.

Diretta da Morena Malaguti per la regia di Artemio Cabassi l’opera verdiana ha deliziato passanti e curiosi che, attratti dal dramma risorgimentale, hanno affollato le barriere che limitavano gli spazi di scena nonostante il fresco.

Impeccabili, nonostante il clima poco estivo, il baritono Carlos Almaguer nei panni di Nabuccodonosor, come Fabio Valenti, giovane tenore e interprete di Ismaele, e la soprano riminese Simona Baldolini, nelle vesti di Abigaille. Interessante il talento ascolano Barbara De Angelis, soprano nei panni di Anna.

Non hanno convinto a pieno gli importanti investimenti per gli allestimenti, che circa un mese fa dalle autorità locali e promotori dell’evento avevano annunciato alla Stampa. Per un opera così importante, ci si aspettava qualcosa di meglio, hanno esclamato alcuni estimatori di lirica, ma a 24 ore dal debutto, tutto è possibile.

Alle ore 22 di Giovedì 11 agosto, sarà possibile assaporare la terza opera di Giuseppe Verdi, forse la più famosa, ma anche quella più rappresentativa per l’Italia d’allora (1842). Un tuffo nel passato che si auspica possa entusiasmare la cittadinanza appassionata di lirica e non.

Info biglietti: www.vivaticket.it

Fabio Valent
Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.012 volte, 1 oggi)