GROTTAMMARE- Per il secondo anno consecutivo non si è esaudito il desiderio del Grottammare calcio di conquistare il torneo dedicato ad un suo storico dirigente. Infatti nella seconda edizione del Memorial Giorgio Rivosecchi si è imposta di nuovo una squadra che milita nei Professionisti: stavolta il Giulianova (Seconda Divisione Lega Pro) che è succeduto alla Paganese vincitrice lo scorso anno.

Il triangolare si è giocato in una cornice di pubblico inferiore a quella dello scorso anno (anche per il giorno scelto, mercoledì, rispetto alla domenica della scorsa edizione). Dunque poco pubblico (400 circa i presenti) rispetto alle attese e pochissimo spettacolo con 3 partite (da 45′) una più noiosa dell’altra con pochi sprazzi di buon gioco ed emozioni col contagocce. Ma il tutto è giustificato dal fatto che le squadre sono tornate al lavoro da poche settimane e sono all’inizio della preparazione.

Solo 3 lampi hanno acceso la serata: uno per partita. Nella prima sfida (Grottammare-Giulianova) finita senza reti, la gara è stata interrotta intorno al 12′ per un episodio assolutamente negativo proveniente dal pubblico e precisamente dal settore ospite (poi svuotatosi completamente, rimanendo deserto, dopo l’episodio) dove erano assiepati una ventina di supporters giuliesi raggiunti in maniera indisturbata in una specie di vero e proprio blitz da un gruppetto di tifosi della Samb. Nasceva un violento parapiglia con un ragazzo che veniva sbalzato a terra, grazie a Dio senza conseguenze. Nel concitato scontro i ragazzi di fede rossoblu riuscivano a raggiungere il proprio scopo portandosi via uno stendardo giallorosso.

Tornando al calcio giocato passiamo al secondo lampo avvenuto nella seconda partita (Samb-Giulianova) con il gol partita ed unico del torneo, siglato nei minuti di recupero dal centrocampista Alberto Nardone (la scorsa stagione in forza all’Ancona 1905) che liberato da uno svarione di D’Agostino raccoglieva la sfera e trafiggeva con un sinistro rasoterra Piagnarelli .

Il terzo lampo si è avuto nella terza ed ultima gara (Grottammare-Samb) finita come quella d’apertura a reti bianche. In questa partita conclusiva, la più vivace del torneo, c’è stato l’episodio del gol fantasma non assegnato ai padroni di casa.
Al minuto 27 il velocissimo attaccante di origine angolana del Grottammare Ze Peres (classe 93, proveniente dall’Avis Ripatransone) dopo una bruciante fuga sulla sinistra si accentrava e concludeva ad incrociare sull’ angolino destro con Andrea Zenga che respingeva col palmo della mano ma a quanto pare (dalle immagini della tv presente e dalle foto scattate) la palla era già entrata e poi uscita per via di un impercettibile buco nella rete. Il direttore di gara non concedeva ai padroni di casa nè il gol nè il calcio angolo.

Complessivamente, vittoria del torneo a parte e categoria superiore (Seconda Divisione nella fattispecie) da rappresentare, il Giulianova degli ex rossoblu Ogliari e D’Aniello ma anche De Patre (allenatore) e Di Giannatale (vice-allenatore) e dell’ex Centobuchi (che non si è iscritto al campionato di Promozione e dovrebbe ripartire dalla 3a Categoria) Pirelli ha dimostrato di essere più in palla e di avere qualcosina in più. La schiera degli ex rossoblu si completa con Ivan D’Angelo ieri sera assente ma anch’esso come i già citati D’Aniello ed Ogliari si sta allenando con i giuliesi.

Per quanto riguarda la Samb (che martedì aveva impattato 3-3 a Pagliare) a cui mancavano Pazzi e Storani, è da rivedere e c’è ancora molto da lavorare. La squadra di Palladini infatti, appare in fase di rodaggio con alcuni giocatori in rosa che rappresentano un’incognita (nonchè una scommessa da vincere) come l’attaccante Alex Gibbs (prelevato dall’Arquata-Promozione Marche) e l’ala destra Gabriele Puglia (ex Grottammare, prelevato dal Mosciano-Eccellenza Abruzzo) che dopo le sfortunate bocciature che hanno avuto alcuni anni fa nei Professionisti cercano in questa esperienza in rossoblu il rilancio decisivo della loro carriera ed ambizione per dimostrare una volta per tutte l’enorme potenzialità di cui dispongono. Chi ha destato una buona impressione è sicuramente l’estroso fantasista Napolano che si è mosso discretamente bene dimostrando personalità. Bene anche il rumeno Voinea.

Da segnalare anche se non è sceso in campo, che la Sambenedettese ha in prova il terzino classe 90 Mattia Di Antonio , cresciuto nelle giovanili dell’Ascoli e nell’ultima stagione in forza alla Santegidiese.

Nel Grottammare che ha mostrato buone trame di gioco tenendo testa ad entrambi gli avversari di categoria superiore, uscendo imbattuto, hanno ben figurato su tutti il portiere Calvaresi (in prestito dall’Ascoli ) ed il già citato attaccante Ze Perez entrambi classe 93.

Classifica finale: Giulianova 4, Grottammare 2 e Samb 1.
Le squadre sono state premiate con le Coppe offerte da Marcello Rivosecchi, figlio di Giorgio, e la serata è stata presentata dalla voce di Radio Azzurra Francesco Libbi.

GROTTAMMARE-GIULIANOVA 0-0 (Al termine della partita non essendoci i rigori per ragioni di tempistica, si è effettuato il sorteggio per stabilire chi tra le 2 squadre dovesse affrontare per prima la Samb)

GROTTAMMARE: Calvaresi (93), Francesco La Grassa (94), Ruggeri, Simoni, Adamoli, Valentini, Cesani, Francesco Adorante, Ludovisi, Jari Iachini, Nardini. A disposizione: Addazi, Silvestri, Ludovico Capriotti, Angelini (93), Baldassarri (93), Cameli (95), Illuminati, Ze Perez (93) e Pagliarini. Allenatore: Luigi Zaini.

GIULIANOVA: G. D’Angelo, Cavasini, Di Renzo, Di Michele, Ogliari, N. D’Angelo, Petrucci, D’Alessandro, Picone, Rinaldi, Pirelli. A disposizione: Salerno, Palandrani, Testoni, Bontà, Terrenzio, Andreone, Nardone, D’Aniello, Morga, Addazii, Basciani e Di Giovannantonio. Allenatore: Tiziano De Patre.

Arbitro: Paolo Morresi di San Benedetto del Tronto.

Ammoniti: Adamoli (G).

Angoli: 3-5.

Annotazioni: Grottammare in maglia bianca con risvolti azzurri, Giulianova nella tradizionale divisa giallo-rossa.
Cronaca: Si parte al 4’ con i padroni di casa, Adorante su punizione costringe l’estremo difensore dei giallorossi a smanacciare sopra la traversa. Al 10’ rispondono gli avversari con Picone, che dal limite dell’area piccola a pochi passi dalla porta gira al volo di collo destro verso la rete. Provvidenziale l’intervento di Valentini che fa da scudo deviando in corner. Poi gioco fermo per circa sette minuti a causa del sopracitato parapiglia nel settore ospiti.
Riprende il gioco e al Al 35’ bomber Ludovisi viene anticipato dal portiere per un soffio e cinque minuti dopo Iachini dal limite spara alto. Al 43’ punizione per il Giulianova calciata da Cavasini che mira l’incrocio dei pali, bravo Calvaresi a mandarla sopra la traversa. Chiude la gara Rinaldi con un tiro dai 20 metri deviato in corner coi pugni dal preparato Calvaresi.

SAMB-GIULIANOVA 0-1
SAMB: Piagnerelli (92), Marini (93), Zazzetta (79), Bordi (92), D’Agostino (85), Mengo (78), Gabriele Puglia (87), Rulli (79), Gibbs (84), Napolano (88), Biancucci (91). A disposizione: Andrea Zenga (93), Rudy Alessandrini (92), Falà (92), Cimmino (93), Valenza (94), Tidiane (92), Nicolosi (91), Voinea (90), Cuccù (93) , Biondi (86) e Giuseppe Ferrara (93). Allenatore: Ottavio Palladini.
GIULIANOVA: Salerno, Palandrani, Testoni, Bontà (20′ D’Alessandro), Terrenzio, Andreone, D’Aniello, Nardone, Morga, Rinaldi (22′ Petrucci), Addazii. Allenatore: Tiziano De Patre
Arbitro: Augusto Bruni di San Benedetto del Tronto coadiuvato dai fratelli Enzo e Paolo Morresi.
Reti: 46′ Nardone (G).
Angoli: 0-2.
Recuperi: 3′.
Annotazioni: Samb in divisa blu con risvolti rossi, Giulianova conferma tradizionale divisa giallo-rossa.

Cronaca:I rossoblu partono bene con il nuovo acquisto Napolano che ci prova al 7’ direttamente su punizione senza impensierire più di tanto Salerno, poi 2’ dopo replica con un bolide dai 35 metri che esce di poco a lato destro della porta difesa dai biancocelesti. Ancora Samb al 20’ con l’ex Parma Alex Gibbs che a seguito di un fallo laterale riceve un cross dalla destra e gira di testa a pochi passi da Salerno; bravissimo quest’ultimo a bloccare a terra un pallone che comunque non era stato colpito con forza eccessiva. La partita scorre via lenta fino al 46’ quando i giuliesi passano in vantaggio: Nardone approfitta di un errore in disimpegno di D’Agostino, e si ritrova a tu per tu col numero uno rossoblù Piagnarelli e con un piatto sinistro rasoterra lo castiga.
Triplice fischio e beffa Samb che ha giocato leggermente meglio dei giallorossi.

GROTTAMMARE-SAMB 0-0
GROTTAMMARE: Calvaresi (15′ Addazi), Adamoli, Ruggeri, Simoni, Silvestri, Ludovico Capriotti, Cesani (15′ Ze Peres), Illuminati, Ludovisi (25′ Pagliarini), Jari Iachini (26′ Nardini), Matteo Cameli (25′ Baldassarri). Allenatore: Luigi Zaini.
SAMB: Zenga, Zazzetta, (36′ Rudy Alessandrini), Nicolosi , Rulli (25′ Tidiane), D’Agostino (40′ Cimmino), Mengo (39′ Falà), Cuccù, Biondi, Voinea, Napolano (33′ Valenza), Giuseppe Ferrara. Allenatore Ottavio Palladini
Arbitro: Paolo Morresi di San Benedetto del Tronto.
Ammoniti: Ruggeri (G).
Angoli: 1-2.
Annotazioni: Grottammare nella tradizionale casacca biancoceleste, Samb conferma divisa blu con risvolti rossi.
Spettatori: 400 circa.
Cronaca: La gara più attesa dai tifosi locali. E non a caso è stata la più “divertente” del torneo. Parte subito forte il Grottammare con Jari Iachini che defilato sulla sinistra dai 20 metri conclude di collo destro, la traiettoria della palla sorprende Zenga, ma il tiro si infrange sul fondo dopo aver accarezzato il palo destro. Al 16’ una punizione di Ludovisi dai 25 metri che scavalca la barriera, ma viene prontamente deviata in corner da Zenga. Al 18’ il baby Zenga respinge coi pugni un cross di Iachini indirizzato alla testa di Ludovisi. Al 21’ l’ex della gara Napolano, due stagioni con la maglia biancoceleste in serie D, cerca la conclusione dal limite, ma Addazi blocca la sfera con prontezza.
Al 27’ il nuovo entrato Ze’ Peres si invola in area e dall’interno spedisce un diagonale in direzione dell’angolo basso, la sfera finisce sul fondo a causa di un buco presente nella rete, ma l’arbitro e l’assistente non si accorgono e non lo convalidano la rete e ne concedono il corner. Le proteste dei locali non fanno cambiare idea al direttore di gara, nonostante gli sia stato mostrato il problema della rete.
Al 36’ Ancora l’attivissimo Ze’ Peres cerca la conclusione e da distanza ravvicinata schiaccia di testa e colpisce il palo. Al 38’ fa il suo esordio con la Samb Marco Falà, lo scorso anno in prestito proprio alla compagine grottammarese.

Le 2 squadre rivierasche marchigiane torneranno in campo sabato 13 agosto (data che era stata scelta in un primo momento per la disputa del 2° Memorial Rivosecchi) : Samb ore 18 al Riviera contro il Siena, Grottammare ore 17 al Pirani contro Civitanovese.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 851 volte, 1 oggi)