SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Un anno dopo gli applauditissimi Carmina Burana di Carl Orff, la banchina antistante la Capitaneria di Porto ospiterà il Nabucco di Giuseppe Verdi, che verrà messo in scena giovedì 11 agosto a partire dalle ore 21. L’evento sarà eseguito dall’Orchestra sinfonica Rossini di Pesaro, dal Coro del teatro Ventidio Basso di Ascoli Piceno e verrà diretto da Morena Malaguti per la regia di Artemio Cabassi.

Un investimento economico importante per la Provincia, che coprirà l’80% dei 110 mila euro di spesa complessiva. Per il resto spazio ai privati, con Unicredit e Nero Giardini pronti a supportare Palazzo San Filippo. Solo patrocinio invece da parte della Regione Marche e del Comune di San Benedetto che, a detta delle previsioni, accoglierà numerosi presenti: “I biglietti stanno andando a ruba, le richieste sono state tantissime”, afferma il presidente della Provincia, Piero Celani: “Non è facile – prosegue – proporre la lirica all’aperto, ma il progetto è validissimo. L’esperienza dell’anno scorso è stata eccezionale, vogliamo capire se è possibile proseguire con spettacoli di questo tipo”.

Non mancherà l’omaggio ai 150 anni dell’Unità d’Italia, anzi sarà il fulcro dell’appuntamento. “Il bis verrà riempito dal Va Pensiero e dai fuochi tricolore”, rivela Cabassi. “La scenografia sarà ad ambiente unico ed un coro fisso, vestito da borghesi, nobili, ebrei, ovvero i personaggi che Verdi incontrò a Busseto”.

I prezzi saranno popolari: 20 euro per il settore A, 15 euro per i settori B e C e 10 euro per la tribuna non numerata; il diritto di prevendita è fissato ad 1 euro. Non sono previste agevolazioni per studenti o giovanissimi. Si possono ancora acquistare presso la sede dello Iat in Piazza Giorgini.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 319 volte, 1 oggi)