CUPRA MARITTIMA – Dal 1 gennaio 2010 l’Ufficio Tributi del Comune di CUpra è stato reinserito all’interno dell’organizzazione municipale. L’Assessore al bilancio Susanna Lucidi fa il punto della situazione del primo anno e mezzo di gestione.

“Dal 201o – ha affermato la Lucidi – c’è stata una serie di controlli e di verifiche volti a ricostruire tutte le informazioni necessarie ad una corretta esazione dei tributi locali. Questa attività ha determinato il recupero nel corso dell’anno 2010 di 52.314 euro di ICI e di 47.490 euro di tassa rifiuti non pagate precedentemente. In questi primi sei mesi dell’anno 2011 sono stati recuperati complessivamente 200.000 euro di ICI e Tarsu. Davvero un ottimo risultato che consente di migliorare sensibilmente il bilancio comunale soprattutto in un periodo così critico per le casse dei comuni italiani visti i consistenti tagli dei trasferimenti ed il promesso federalismo fiscale che stenta a decollare”.

Ha sottolineato l’assessore: “Un risultato significativo che permetterà all’Amministrazione di rivedere le tariffe e le politiche di agevolazioni tributarie per casi particolari affinché si possa davvero pagare di meno pagando tutti. L’equità fiscale è un obiettivo raggiungibile nell’interesse dell’ente e della collettività tutta. Dimostrazione è che il Comune negli ultimi due anni non ha mai aumentato le tariffe Tarsu nonostante l’aumento sensibile del costo del conferimento in discarica dei rifiuti, costo aumentato di oltre il 20%”.

Questi risultati sono stati possibili non solo grazie alla nuova organizzazione dell’Ufficio Tributi ma anche ai tanti contribuenti che hanno regolarizzato le loro posizioni, collaborazione fondamentale per poter sistemare le inefficienze create dalla precedente gestione esterna.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 419 volte, 1 oggi)