SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Trovata con 30 grammi di eroina occultate nella biancheria intima. La 29enne pregiudicata C.S. è stata arrestata martedì sera da una pattuglia del commissariato di Polizia diretto dal nuovo dirigente, il dottor Filippo Stragapede.

Nella serata del 2 agosto, infatti, nei pressi del lungomare di Porto d’Ascoli, una pattuglia della Squadra Volante ha intercettato e fermato un’autovettura con a bordo due giovani, un uomo e una donna.

Durante il controllo di rito, la giovane ha messo in atto un atteggiamento sospetto, che ha indotto gli agenti a condurla in commissariato per sottoporla a una perquisizione personale.

Nella biancheria intima della donna, oltre ai 30 grammi di eroina, è stato trovato un bilancino di precisione, verosimilmente utilizzato per confezionare le frazioni di droga, e anche una somma di denaro, definita “ingente” dalla Polizia e “probabile provento delle attività di spaccio”.

Non solo: la successiva perquisizione a casa della donna ha fatto rinvenire e sequestrare del materiale che gli inquirenti ritengono importante per l’avanzare delle indagini.

C.S., gravata da precedenti specifici, è stata condotta alla Casa Circondariale femminile di Teramo.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.025 volte, 1 oggi)