SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Nella mattinata di martedì la Capitaneria di  Porto di San Benedetto, impegnata nell’attività di vigilanza, ha intercettato nelle acque antistanti il litorale di Campofilone una unità di diporto intenta a pescare con attrezzi non consentiti.

A seguito degli accertamenti, il conduttore dell’imbarcazione è stato multato con 2 mila euro e si è proceduto al sequestro dell’attrezzatura, pari a circa 700 metri di rete da posta, nonché a 2,5 chili di pesce, successivamente donato in beneficenza. La Capitaneria avverte inoltre che l’attività di contrasto alla pesca abusiva continuerà anche nei prossimi giorni.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 221 volte, 1 oggi)