ROMA – Grande riconoscimento per il “Cavallo di Fuoco” di Ripatransone, che lo scorso giovedì a Roma nello Spazio Roma Eventi è stato premiato dal Ministro del Turismo Michela Vittoria Brambilla in quanto “patrimonio d’Italia per la tradizione”. Il premio unico per le Marche, è stato assegnato ad una manifestazione “espressione della capacità di promuovere il turismo e l’immagine nazionale e di valorizzare la storia e la cultura del territorio con un’interpretazione adeguata ai tempi d’oggi”.

Patrimonio d’Italia – ha dichiarato la Brambilla – sarà il riconoscimento che ogni anno daremo a queste meravigliose realtà che, nei fatti, si sono candidate  ad assumere il ruolo di ambasciatori del nostro paese nel mondo e che godranno di una particolare promozione anche e soprattutto all’estero, proprio in ragione della loro capacità di generare ricadute positive sui flussi turistici nazionali come sull’appeal dell’Italia e del nostro Made in Italy. Si tratta di manifestazioni straordinarie uniche nel loro genere – continua – abbiamo scelto di premiarle perché interpretano pienamente il percorso virtuoso che abbiamo creato. Con questa iniziativa senza precedenti, abbiamo selezionato il top degli eventi in tutta Italia, dai quali partirà oggi la valorizzazione del nostro patrimonio della tradizione”.

La targa è stata ritirata dal sindaco di Ripatransone, Paolo D’Erasmo, in rappresentanza della città e della Confraternita della Madonna di San Giovanni, custode di questa tradizione dal 1682. Il primo cittadino ha poi consegnato al Ministro la copia anastatica della Spigolatrice di Sapri di Luigi Mercantini, di proprietà della Banca di Ripatransone (sponsor ufficiale della manifestazione del Cavallo di Fuoco). Ed ancora, l’assessore alle attività produttive, Giovanni Piunti, ha consegnato alla Brambilla una bottiglia di vino della Cantina dei Colli Ripani, realizzata in serie limitata per i 150 anni dell’Unità dell’Italia.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 963 volte, 1 oggi)