SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Promette di essere una “piccola-grande opera” per la viabilità sambenedettese: sono infatti in corso i lavori per la nuova pista ciclabile “a sbalzo” sul torrente Albula a San Benedetto, dal quartiere Ponterotto, nei pressi del viadotto dell’autostrada, al parcheggio dell’ospedale civile su via Manara. L’intervento, scrive l’Ufficio Stampa del Comune di San Benedetto del Tronto, “verrà completato entro la fine dell’anno”, con un costo di circa 700 mila euro, attinti dall’Amministrazione comunale dai fondi ottenuti in passato per la riqualificazione del torrente: si procederà a breve alla messa in sicurezza del torrente a monte, e alla riqualificazione della foce.

La nuova pista ciclabile è stata disegnata dal dirigente del settore “Progettazione opere pubbliche”, l’architetto Farnush Davarpanah, e permetterà di ampliare il tratto ciclopedonale dall’attuale larghezza di un metro a 2,50. L’intervento prevede inoltre il miglioramento dell’illuminazione pubblica e la realizzazione di dossi per gli attraversamenti pedonali e di piccole aiuole lungo il tracciato. I lavori vengono eseguiti dalla ditta Consorti Vincenzo & figli di San Benedetto.

“Si tratta di un intervento dalla duplice valenza – afferma l’assessore ai Lavori pubblici Leo Sestri – da un lato, infatti, viene dato avvio all’attesissima riqualificazione dell’Albula. Dall’altro lato rendiamo molto meno “periferico” un quartiere come Ponterotto, che aveva bisogno in primo luogo di una migliore viabilità, in particolare per i pedoni e le biciclette. Sfruttiamo al meglio gli spazi ridotti a disposizione, e riqualifichiamo una zona che attendeva da troppo tempo. La nuova illuminazione, le aiuole e l’ampio tracciato miglioreranno sensibilmente l’aspetto di via Manara”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 855 volte, 1 oggi)