CUPRA MARITTIMA – Ha tutte le carte in regola per diventare un appuntamento fisso dell’estate. Si tratta de “La Corrida, cuprensi allo sbaraglio” che sabato 23 luglio ha riempito come quasi mai succede durante l’anno Piazza Possenti. Circa 20 le esibizioni che hanno divertito, rapito ed attirato l’attenzione del pubblico in questa serata, organizzata dalla Consulta Giovanile “Francesco Brutti”, resa ancora più spassosa anche dall’incentivo degli organizzatori rivolto al pubblico di portarsi da casa fischietti, coperchi, e tutto ciò che potesse riprodurre suoni simpatici, sullo stile della Corrida televisiva.

A salire sul palco vincendo la timidezza sono stati cuprensi e non solo. Ci sono stati ad esempio Marco Mora, Francesco Santori, Giovanni Persico che hanno cantato brani famosi; due gruppi di ballerine, “Le super girls” (Silvia e Gaia Feliziani con Rachele Ciarrocchi) e “Le ragazze di Franci” guidate da Francesca Siragusa. E ancora Giuseppe Mazza con le sue barzellette; “Domè e suoi amici” che hanno cantato stornelli in vernacolo; Lucia Montenovo con una simpatica imitazione di Baz, comico di Colorado; Eros Santori, Giuseppina Piersimoni, Federica Vagnoni, Stefano Caminonni e la partecipazione dei ragazzi del laboratorio teatrale “Ragazzinscena” della Consulta Giovanile di Cupra che hanno aperto la serata.

Tanti anche i partecipanti dai paesi limitrofi e turisti che hanno “affrontato” gli spettatori, come ad esempio Simonetta Tentella da Montegranaro con un monologo in vernacolo scritto da lei ed intitolato “Lu pentimentu”; il già noto “Marino de Giurdà” di Centobuchi e le sue canzoni; Antonio Lattanzi da Sant’Elpidio a Mare che ha raccontato delle barzellette; Natalia Capriotti di Ripatransone, giovanissima e apprezzata suonatrice d’organetto. Hanno cantato svelando di possedere delle splendide voci Silvia Santini di Acquaviva; Cristina Saracinelli di Ancona; Federica Funari da Roma. E ancora Vittorio Berdini che ha declamato divertenti poesie e infine una parentesi di una professionista come Maria Adele Giommarini, regista e commediografa teatrale romana, ospite della serata col suo monologo “Il ballo delle ributtanti”.

A differenza dello scorso anno non si è decretato un vincitore in base al gradimento del pubblico, ma tutti i partecipanti sono stati in egual modo premiati con una medaglia, proprio per confermare lo spirito con il quale è stata organizzato l’evento.

Ma la Corrida ha riservato durante la serata uno spazio alla serietà: Laura Ficcadenti, cittadina cuprense che sta combattendo una battaglia personale per riportare in commercio in Italia un farmaco per combattere l’epilessia, ha lanciato un appello a tutti i presenti per poter spargere la voce. Contributo fondamentale per la realizzazione dell’evento è stato, oltre al patrocinio del Comune di Cupra, anche quello degli sponsor, ovvero Impresa Lacil, Conquista Costruzioni, Pizzeria Kondita, Gelateria La Golosa, Cuprasfalti, Antichi Sapori Macelleria, Edilvaldaso, Vs costruzioni, Caffè Seicento e Monili Oreficeria che ha realizzato le medaglie. A presentare la manifestazione sono stati i giovani Luca Vagnoni e Martina Crescenzi, anche loro si sono cimentati in alcuni siparietti. L’appuntamento è ora per il prossimo anno, con sempre più partecipanti che amino mettersi in gioco e divertirsi.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 437 volte, 1 oggi)