CUPRA MARITTIMA – Solo conoscendo le proprie origini, si può davvero apprezzare e proteggere la propria terra. Su questo principio si basano gli Scavi Archeologici organizzati dalla Cooperativa Idea e dalla Soprintendenza Archeologica delle Marche, in collaborazione con il Comune di Cupra e la Provincia di Ascoli, che i ragazzi cuprensi stanno effettuando attualmente.

Da lunedì 18 luglio fino a giovedì 28 luglio, i giovani appassionati si recano al Parco Archeologico di Cupra dove effettuano attività di simulazione di scavi. Il programma prevede poi la visita al Museo Nazionale di Ancona per venerdì 29 luglio, mentre per sabato 30 luglio i ragazzi riceveranno un bel regalo: gita premio ad Acquasanta Terme. E dalle stesse mani della Soprintendenza Archeologica delle Marche, rappresentata da Nicoletta Frapiccini, che i piccoli archeologi hanno già ricevuto, lunedì 25 luglio, l’attestato di partecipazione.

Ma le soddisfazioni della Cooperativa Idrea, guidata da Andrea Mora, non si fermano qui. Tantissime sono le iniziative che vengono proposte ad Italiani e stranieri, anche d’estate. Solo nel mese di luglio possiamo ricordare la undicesima edizione della Giornata Ecologia realizzata grazie alla collaborazione del Comune di Cupra, la Capitaneria di Porto, la Lega Navale e l’associazione Marenostrum che durante la mattinata di sabato 9 luglio hanno accompagnato di buon mattino un gruppo di ragazzi francesi di Massy lungo la spiaggia cuprense muniti di sacchetti per la raccolta differenziata intenti a ripulire il litorale.

Sì, proprio di Massy erano i ragazzi perché in quegli stessi giorni la corposa delegazione di giovanissimi studenti francesi si trovava dalle nostre parti grazie al progetto dei “Campi Archeologici Internazionali”. Si tratta di un’interessante iniziativa che da circa dodici anni permette ai ragazzi francesi di visitare il lungo e largo il Piceno ed il Fermano per apprezzarne le risorse storico culturali, in particolare viene fatta vivere loro l’emozione di praticare dei veri e propri scavi archeologici a Cupra, scavi che in passato hanno portato alla luce anche dei reperti importanti.

Inoltre, sempre nella stessa giornata del passato 9 luglio, alla Lega Navale di Cupra si sono recati anche gli artisti del nuovo progetto, sempre organizzato da Idrea “Giovani cantano la Russia”, una prima edizione di un evento che vuole avere un ampio respiro culturale, commerciale e turistico. I russi hanno potuto godere del mare di Cupra grazie a delle gite in barca insieme al personale della Lega Navale.

A prendere parte al campo archeologico estivo nelle settimane successive di luglio sono stati anche i ragazzi di Issy Les Molineaux che tra le tante attività svolte possono vantare anche di aver assistito alla rievocazione dei tempi di mietitura dei contadini locali. Insomma, un mondo che riesce ad impegnare i bambini ed i ragazzi con iniziative divertimento e didattiche al tempo stesso

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 309 volte, 1 oggi)