SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Nei giorni scorsi la Corte d’Appello di Ancona ha ribaltato il verdetto emesso nel 2009 dal Tribunale di Ascoli in merito alla vertenza instaurata dall’ex direttore del Centro Agroalimentare (società a partecipazione pubblica) Elio Spinozzi. Il dirigente, esautorato nel 2004 dall’incarico dall’allora presidente della società Centro Agroalimentare Gianni Balloni, in primo grado aveva vinto la causa di lavoro, ricavando il diritto ad ottenere un indennizzo milionario. Che comprendeva stipendi arretrati più le tasse a partire dal giorno del licenziamento. Circa 800mila euro.
Una parte della somma, circa 500mila euro, nel 2010 era stata già incassata da Spinozzi, che ora dovrà restituire al Centro circa 400mila euro. Centomila euro, infatti, rappresentano le mensilità non retribuite a Spinozzi.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 400 volte, 1 oggi)