SAN BENEDETTO DEL TRONTO –Riceviamo e pubblichiamo da Milena Crescenzi (segreteria della Associazione Culturale e Ricreativa Fides Vita) una precisazione in merito all’articolo “Cinquantamila euro dallo Stato al movimento religioso Fides Vita” uscito su queste pagine il 25 luglio

“In riferimento alla notizia, apparsa sui quotidiani locali, relativa al contributo destinato all’Associazione Culturale e Ricreativa Fides Vita, desideriamo proporre alcune brevi considerazioni. Innanzitutto non possiamo nascondere la nostra lieta soddisfazione nel vedere riconosciuta, dopo oltre vent’anni di attività, la rilevanza territoriale dell’opera svolta dalla nostra Associazione. Al di là dei personali convincimenti, infatti, sono sotto gli occhi di tutti le iniziative, di chiaro spessore culturale e sociale, promosse nella nostra Regione ed in particolare a San Benedetto del Tronto; iniziative che spesso si svolgono nelle strade e nelle piazze dove il nostro popolo comunemente vive, e che pertanto si avvalgono dell’utilizzo di tensostrutture”.

“Per tutti questi anni, non senza notevoli sacrifici, mossa da autentica passione per l’uomo, l’Associazione ha sostenuto con il contributo libero dei suoi membri la propria opera, non rinunciando – così come si fa normalmente – a domandare contributi a quegli Enti che prevedono sostegni di questo genere. Avere, per la prima volta dopo oltre due decenni, ottenuto la possibilità di proporre le nostre iniziative, ed in particolare il nostro Convegno, nelle tensostrutture di cui potremo usufruire anche grazie a questo contributo statale – ben lontano da supposte mediazioni politiche – è il frutto dell’accoglienza di una legittima richiesta e, come detto, non può che essere per noi motivo di soddisfazione e di gioia”.

“Da ultimo, ci appare doveroso chiarire che il Consigliere Domenico Pellei, la cui storia è certamente legata al cammino ecclesiale di Fides Vita, svolge la sua attività politica solo ed esclusivamente a titolo personale, non rispondendo ad alcuna logica di appartenenza, ma solo alla sua coscienza e alle persone di cui ha raccolto il consenso”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 2.093 volte, 1 oggi)