CUPRA MARITTIMA – Aumenta il numero dei visitatori del Museo Malacologico di Cupra. Nel mese di luglio l’incremento è stato di quasi il 30 per cento rispetto allo stesso periodo dello scorso anno, con una leggera prevalenza degli stranieri. Fra i motivi i fratelli Cossignani proprietari e gestori della struttura ipotizzano la politica eco-compatibile dell’edificio, le condizioni meteo, ma soprattutto, oltre alle novecentomila conchiglie esposte, le due mostre attualmente attive. E’ possibile infatti ammirare ancora le “Pietre cinesi dell’erudito” e le maschere con conchiglie del Gabon.

Inoltre i visitatori sembrerebbero aver apprezzato il nuovo ascensore che ha eliminato ogni barriera architettonica nel Museo, il nuovo parcheggio con oltre 50 posti auto, ma soprattutto l’aria condizionata la cui attivazione è stata possibile grazie al nuovo impianto fotovoltaico realizzato sul tetto della struttura per tutta la sua ampiezza. Da circa tre mesi infatti il Museo Malacologico di Cupra Marittima è ad emissione “zero” di anidride carbonica ed ha prodotto oltre 40 mila kw di energia elettrica.

A luglio e quello di agosto il Museo resterà aperto tutti i giorni, festivi compresi, dalle ore 16 alle ore 22 (ultimo ingresso alle 21,15), nei giorni di pioggia sono previste anche aperture nella mattinata, previa verifica telefonica 0735-777550. Per ulteriori informazioni è possibile visitare il sito www.malacologia.org o telefonare al 347.3704310.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 431 volte, 1 oggi)