SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Come il primo giorno di scuola, ma senza la noia delle lezioni scolastiche. Tanti sorrisi per i rossoblu nel giorno iniziale del raduno estivo. Dopo essersi incontrati alle 9, la formazione di Palladini si è allenata anche con una corsa sul lungomare, con lo stesso allenatore e il secondo Voltattorni a dettare i tempi in cima al gruppo (o in coda, a seconda dei casi).

Poi, alle 11:30, primo incontro con la stampa locale. Presente anche Nicolosi, nei giorni scorsi invece escluso dalla rosa. Il difensore classe 1991 non aveva trovato l’accordo economico con la Samb ma adesso sta cercando di trovare un punto di mediazione: “Vedremo cosa accadrà, per ora si allenerà con noi e valuteremo la sua posizione”. Anche perché al suo posto c’è un altro giocatore, Rosati, che probabilmente, dopo una iniziale valutazione, potrebbe essere aggregato al gruppo, e a quel punto le porte per Nicolosi potrebbero chiudersi.

Una Samb comunque che non sta ferma e, oltre ai possibili arrivi di un attaccante e un centrocampista over (Palladini vorrebbe Ionni, ma anche qui c’è da fare un accordo economico), sta valutando anche l’acquisto di un quarto difensore over nell’eventualità che i tre titolari (Mengo, Marini e D’Agostino) fossero infortunati o squalificati.

Non era presente oggi il giovane Bebeto, che sembra abbia avuto un problema coi treni, a causa dei disagi provocati dall’incendio alla stazione Tiburtina di Roma. Catello Cimmino non l’ha presa bene: “Ci può stare, ma ci aveva avvertito che ci avrebbe raggiunto in ogni modo, invece non è qui. La cosa non ci è piaciuta, ma aspettiamo di parlargli”.

La Samb continuerà ad allenarsi a San Benedetto per tutta la settimana; nel pomeriggio ci si sposterà al campo EcoService di Castel di Lama.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 882 volte, 1 oggi)