CUPRAMARITTIMA – Non si può passeggiare per il lungomare Nazario Sauro e non accorgersi che passando davanti allo chalet La Sirenella c’è l’esposizione personale di pittura di un singolare pittore cuprense ex fotografo.

Persona conosciuta da tutti nel paese, è nato il 16 dicembre 1951, ci vive ed è parte integrante della sua vita, parliamo di Marcello Flammini.

La mostra iniziata il 2 luglio terminerà il 17 ma nel frattempo si può visitare la mostra ancora per qualche giorno e cogliere l’irrequieta dolcezza e vitalità che dalle sue tele bianche compaiono nei contorni di una testa con tanto di capelli, un lupo, dei gabbiani o dei girasoli.

Artista intrigante e poliedrico, Flammini cattura l’istante e lo interpreta regalando sensazioni dalle varie sfumature. Se qualcuno gli domanda che tipo di pittore sia, lui con una smorfia garbata risponde: “Mi hanno definito un impressionista anche se io preferisco dipingere quello che sento senza etichette”.

Colori allegri misti a ombre scure e luci quali strumenti impiegati per fissare un istante, un’impressione che invade il pittore, desideroso di condividerla con il suo pubblico tra cui anche molti bambini.

L’artista cuprense ha già esposto le sue opere a Roma, Pescara, al premio Cupra 2010, alla Palazzina Azzurra di San Benedetto.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 354 volte, 1 oggi)