MONTEPRANDONE – Un grosso incendio è divampato nei giorni scorsi a Centobuchi, in località Sant’Anna.

Erano le 10 del mattino quando le fiamme si sono propagate nella zona nord della strada provinciale 235. A notare il rogo, due agenti della polizia municipale che hanno immediatamente avvertito i vigili del fuoco chiamando il 115.

A causa del forte vento le fiamme stavano per toccare un’abitazione (nella quale si trovava una persona non ancora conscia dell’accaduto) e un bombolone di deposito del gas propano liquido (GPL).

Non potendo attendere altro tempo i due agenti hanno iniziato a domare le fiamme con i pochi mezzi a disposizione e cioè con secchi d’acqua e tubo d’irrigazione, provvedendo a bagnare il contenitore GPL evitandone il surriscaldamento. I vigili del fuoco sono giunti sul posto solo pochi minuti dopo spegnendo definitivamente l’incendio.

L’intervento degli agenti della polizia municipale di Monteprandone è stato dunque determinante affinchè il contatto che si sarebbe rivelato dannoso fosse evitato.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 705 volte, 1 oggi)