RIPATRANSONE – Dal 12 luglio un gruppo di ragazzi irlandesi tra i 13 e i 15 anni soggiorna a Ripatransone per uno scambio culturale, iniziato l’estate scorsa, che si è concluso il 23 di questo stesso mese. Il progetto coinvolge venticinque ragazzi, ripani e irlandesi, che trascorrono insieme dieci giorni per confrontarsi e riflettere su tematiche importanti per la loro educazione socio-culturale.

Il programma, infatti, è poliedrico e prevede visite guidate alla scoperta delle bellezze storico-artistiche dei dintorni, attività di socializzazione, scoperta dei prodotti tipici locali e workshop riguardanti la cittadinanza europea. Obiettivo finale di quest’esperienza, dunque, è aiutare i ragazzi nella formazione di una cultura europeista, considerando le differenze linguistiche e culturali strumenti per arricchire il proprio bagaglio di esperienze e di conoscenze personali.

L’Assessore Maurizio De Angelis, da sempre attento e interessato alle politiche giovanili, ha seguito il progetto in prima persona e ha anche ospitato i ragazzi presso la sua Azienda Agricola per spiegare ai giovani irlandesi problematiche, risorse e innovazioni del mondo agricolo ripano. In particolare, è stato illustrato il complesso procedimento per la realizzazione dei prodotti più importanti e rappresentativi del nostro territorio: il vino e l’olio. La mattinata dedicata alla scoperta dei ‘tesori’ locali si è conclusa con una visita guidata alla cantina le Caniette di Ripatransone.

La buona riuscita dello scambio è merito della fruttuosa collaborazione tra le famiglie dei ragazzi ripani, gli educatori (Annalisa Rosati, Diana De Angelis, Emanuele Piunti e Stefano Fraticelli), la Società Idea, l’Amministrazione comunale e l’istituto scolastico comprensivo di Ripatransone.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 138 volte, 1 oggi)