MARTINSICURO – Scoperta casa a luci rosse a Villa Rosa in cui si prostituivano due donne cinesi. Nel corso del blitz, effettuato dagli agenti della Squadra Mobile, sono stati trovati nell’appartamento anche due clienti italiani.

L’operazione, effettuata nell’ambito di servizi mirati alla repressione della prostituzione e dell’immigrazione clandestina, è scattata a seguito di appostamenti attraverso cui si era notato un continuo via vai nell’abitazione di uomini di qualsiasi età. Quando gli agenti hanno suonato alla porta hanno aperto due donne cinesi in abiti succinti. Si è accertato quindi che l’affittuaria dell’appartamento, Chen Meifen, di 40 anni, esercitava la prostituzione insieme ad una connazionale, e le prestazioni sessuali erano anche pubblicizzate su un giornalino specializzato, come poi confermato anche dai due clienti presenti sul posto. La cinese quarantenne, in qualità di locataria dell’abitazione, è stata arrestata in flagranza di reato per favoreggiamento della prostituzione, mentre sono in corso ulteriori accertamenti al fine di individuare eventuali responsabilità a carico di altri sospettati, per i reati di favoreggiamento e sfruttamento della prostituzione, anche nei riguardi dei proprietari dell’immobile che, in caso positivo, potrebbero vedersi applicata la normativa che prevede la confisca dell’appartamento.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 928 volte, 1 oggi)